piccolo teatro

Stagione record per il Piccolo Teatro di Milano. Per la prima volta tocca il tetto dei 25mila abbonati. Più di quelli del Milan.

Il 35 per cento delle sottoscrizioni è tra i giovani sotto i 26 anni.

“Il risultato, già clamoroso ma ancora parziale, essendo la campagna abbonamenti ancora aperta, si inserisce con prospettive di ulteriore crescita nei numeri complessivi raggiunti nel 2014-15: dei più 300mila spettatori a stagione, il 46% sono ventenni” si legge in una nota, in cui il piccolo si lancia in un confronto con il mondo calcistico meneghino, sottolineando di avere “più abbonati di quanti ne abbiano sia il Milan che l’Inter”.

“I ventenni non sono solo un punto di forza, ma ‘driver’ di crescita nella partecipazione a espressioni di spettacolo e cultura con forte dimensione sociale” prosegue il teatro, sottolineando che “i dati in mano al Piccolo concorrono a correggere una rappresentazione falsa dei ventenni, che spesso li relega al ruolo di indifferenti o disoccupati, per necessità o per scelta, e li consegna a un destino di rinuncia. La realtà dimostra che sono invece ‘attori’ importanti da comprendere bene, se si vuole interpretare il futuro. Dunque grande soddisfazione, ma anche assunzione di responsabilità da parte di tutti, istituzioni, politica e amministrazione, per leggerne disagi, ma ancor più potenzialità e aspettative”.