milano street art
milano street art
Centraline dei semafori dipinte dagli street artist.

Street art è arte a tutti gli effetti, non lo contestano più neanche le aziende che in teoria potrebbero lamentarsi per i disegni che ricoprono spazi di loro proprietà. Al punto che A2A e Fondazione Aem, con la supervisione del critico Flavio Caroli, hanno selezionato 150 centraline semaforiche che sono state dipinte da writer come Neve, Dado, Crea, Gattonero, Atomo e tanti altri. Alla fine sono state fotografate da Olivia Gozzano e le immagini sono state raccolte in un libro, Energy box, edito da Skirà, che oggi Caroli presenterà alla Libreria della Triennale. Assieme a lui Nicolas Ballario di Urban Renaissance, Filippo Del Corno, assessore alla Cultura, e Alberto Martinelli, presidente della Fondazione Aem.

Quella di trasformare oggetti urbani necessari ma anonimi come le centraline semaforiche in piccole opere d’arte, decorandole anche con le bombolette spray. Una volta l’operazione avveniva di notte, fuorilegge, quasi per sfida o provocazione. Oggi invece si è trasformata in un progetto artistico, autorizzato e promosso dal Comune di Milano con A2A e Fondazione Aem, che delle centraline sono i legittimi proprietari.

Speriamo non vengano rovinate dai ” writer ” che stanno danneggiando i muri della Darsena

Centraline dei semafori street art Milano
Centraline dei semafori street art Milano