mareprogetto mare culturale urbano milano

Mare Culturale Urbano

6mila mq per dar vita a sale teatrali, da concerto, cinema, studi di registrazione, atelier e punti ristoro e oltre 9 milioni di euro investiti

Sorgerà un grande polo di produzione artistica e culturale. Si chiamerà mare culturale urbano e metterà a disposizione della città 6mila metri quadri di spazi multifunzionali e attrezzati dedicati alle diverse discipline – teatro, danza, cinema, arti visive, musica e cultura digitale – e a iniziative di inclusione sociale.

“Un polo culturale di queste proporzioni – dichiara l’assessore alla Cultura Filippo Del Corno – rappresenta un’opportunità unica per Milano. Grazie alle idee messe in campo dai fondatori di mare e all’impegno dell’Amministrazione, artisti e cittadini potranno godere di uno spazio dove ‘navigare’ in un’offerta artistica a 360 gradi che, sono certo, riuscirà ad accontentare anche i visitatori più esigenti”.

Assessori Benelli e Del Corno: “Milano sempre più europea, grazie a uno spazio inutilizzato che diventerà un luogo dove ‘navigare’ tra le arti creative”

La 6 giorni in Expo Gate

Per presentare il progetto di via Novara alla città, dal 15 al 20 marzo, mare si trasferisce negli spazi di Triennale Expo Gate di fronte al Castello Sforzesco. Sei giorni di appuntamenti aperti a tutti, dalla mattina alla sera, con tavoli di lavoro con esperti italiani e internazionali, l’esposizione del plastico di via Novara 75, video installazioni, live set, laboratori, aperitivi, degustazioni e dj set. L’apertura è prevista martedì 15 marzo alle ore 18.00, alla presenza degli assessori Daniela Benelli e Filippo Del Corno, dei tre fondatori di mare, Andrea Capaldi, Paolo Aniello, Benedetto Sicca e di tutto il gruppo di lavoro, per illustrare genesi, sviluppo e prospettive del progetto.

expo-gate-triennale mare culturale

 

Il modello operativo di mare prevede il coordinamento di residenze artistiche temporanee che dialogano con la progettazione sociale, per generare contenuti e servizi che abbiano un forte impatto sui territori per i quali sono stati pensati. Esperti italiani ed internazionali sono invitati a curare la produzione artistica di teatro, danza, cinema, arti visive, musica e cultura digitale, un dramaturg ha il compito di favorirne l’interazione e la contaminazione.

La programmazione di mare prende vita in due spazi vicini tra loro: cascina Torrette di Trenno – in apertura a maggio 2016 – e via Novara 75 – in costruzione nel 2016. sono circa 7700 mq aperti 365 giorni all’anno, 7 giorni su 7, dalle 8 alle 2 di notte, che comprendono: cinema, sale teatrali e per concerti, co-working, studi di registrazione e sale prova musica, atelier e spazi di prova e formazione, spazi per la comunità, caffé e bistrot, una corte, una grande area di verde pubblico e un passaggio sempre aperto sulla città.

Tutte le info su mare culturale urbano : www.maremilano.org