tutto gratis
TUTTO GRATIS: a Milano il primo negozio dove non circola denaro

TUTTO GRATIS: aprirà sotto il passante ferroviario di Porta Vittoria.

La crisi, come è spesso accaduto anche in altre epoche storiche, è una perfetta opportunità per sviluppare nuove forme di economia: è il caso delle varie forme di ‘share economy‘, che stanno prendendo progressivamente piede soprattutto nel mondo anglosassone, consentendo forme alternative di consumo e di scambio. Fino ad arrivare ad alcune forme del buon vecchio baratto, che ora sembra trovare aspazio anche in Italia.

Aprirà infatti nei locali del Passante Ferroviario di Porta Vittoria il primo negozio di baratto a Milano.

A Milano dunque aprirà una nuova realtà chiamata Spazio Tuttogratis, un non-negozio dove è possibile entrare anche senza portafoglio, per scegliere ciò che serve e dare in cambio ciò che si ha di utile ma che non serve più.

“Tutto Gratis” e trae ispirazione da un negozio del tutto identico, fondato quattro anni fa a Bolzano dall’associazione Passamano di Alessandro Borzaga. Importante il sostegno del consiglio di zona 4 ma soprattutto l’impegno di una trentina di volontari che garantiranno l’apertura di un luogo molto diverso dai negozi a cui siamo abituati.

Chi vuole potrà donare vestiti e oggetti, che potranno essere presi da chiunque vorrà venire a vederli. Questa l’idea alla base di “Tutto Gratis”, che aprirà a metà maggio nel sotterraneo del passante ferroviario della stazione di Porta Vittoria, accanto alle attività raccolte nel brand “Arte Passante”.

tutto gratis


Lo Spazio Tuttogratis nasce dall’esperienza di Passamano, un negozio di riuso gratuito attivo a Bolzano già da 4 anni.

tutto gratis

A Roma un’esperienza simile ha puntato sui bambini con La Bottega dei Piccoli, luogo in cui è possibile acquistare vestiti e giocattoli in cambio di quelli smessi, che nel caso specifico andranno a famiglie indigenti. Un vantaggio non da poco considerato quanto poco possano durare giochi e vestiti per bambini.

Il concetto è azzerare i rifiuti, o arrivarci il più vicino possibile, e anche per questo l’associazione Giacimenti Urbani mappa tutti i luoghi che in generale favoriscono esperienze e iniziative di questo tipo.

Luoghi che iniziano a fiorire anche online, da Cose(in)utili a Zero Relativo.

Naturalmente ci saranno delle regole. La prima: no ad oggetti rotti, sporchi o inutilizzabili, né mobili di grandi dimensioni. Così come non verranno accettati generi alimentari o armi. E nemmeno materiale pornografico. Il regolamento è in via di definizione formale.