riapre expo

EXPO: il 1 maggio un evento con soli 500 invitati

EXPO: Corsa contro il tempo per trovare fondi per le iniziative della Triennale e Champions League.

 

L’Albero della Vita, domenica, tornerà a illuminarsi.

Uno dei simboli di Expo si riaccenderà la sera del Primo maggio, alla fine del concerto dell’Accademia della Scala con 70 musicisti che suoneranno su un palco vicino a Palazzo Italia e di fronte a 500 invitati seduti lungo il Cardo.

expo
concerto accademia della scala

Ma quella prevista sarà una riaccensione simbolica.

Perché per ora, la struttura di legno e acciaio non è ancora stata rivestita con quegli elementi tecnologici che l’hanno fatta vivere durante il semestre.

E lo spettacolo sarà organizzato solo con luci proiettate sull’Albero e fuochi d’artificio che lo circonderanno.

In attesa che, per la fine di maggio, si trovino sponsor ed eventuali gestori.

Non sarà una vera apertura uffiiciale, tanto che gli ospiti saranno solamente figure istituzionali e rappresentanti dei Paesi.

expoSi partirà alle 19.30 con un’ora di musica e l’annuncio del nuovo nome del sito durante il fast post Expo (il concorso della Regione si è chiuso ieri con oltre 700 proposte) e poi lo spettacolo pirotecnico attorno all’Albero.

Per ora, insomma, per vedere la struttura rianimarsi con uno show simile – non sarà lo stesso – a quello del 2015, bisognerà aspettare almeno il 27 maggio, quando i cancelli riapriranno con le mostre della Triennale, i maxi schermi per le partite della Finale Champions e degli Europei, spazi per lo sport e street food.

Arexpo sta cercando chi possa sponsorizzare la riaccensione ed eventualmente gestire l’operazione. “Faremo un avviso pubblico per sollecitare manifestazioni di interesse”, spiega Bonomi. Quello che avverrà anche per Palazzo Italia, il Children park, per il cibo, gli spettacoli nel teatro all’aperto o gli appuntamenti sportivi.

Per l’Albero sono stati contattati anche i precedenti sponsor, a cominciare dagli industriali bresciani che l’hanno costruito.

Ma per vedersi affidare il compito in modo diretto dovranno dimostrare di essere titolari del diritto di esclusiva sull’opera.

A breve tutti gli aggiornamenti e novità.