BOSCO VERTICALE: ecco chi vive negli appartamenti super lusso

bosco verticale abitanti
AGENDA EVENTI MILANO

Bosco Verticale: dai calciatori al rapper. Ecco chi ha comprato casa nel palazzo da 15 mila euro al metro, dove non manca nulla «tranne palestra e sala cinema».

Da Oggi va in scena a pochi passi dal Bosco Verticale, nel quartier Isola, il Milano Off Isola Festival.

Fino al 12 giugno Isola si anima con teatro, musica e spettacoli da non perdere. Ecco il programma completo.

Approfondiamo ora, con tanta curiosità, il tema riguardante il Bosco Verticale, complesso di due palazzi residenziali a torre progettato da Boeri Studio e riconosciuto come grattacielo più bello del mondo.

È tra i palazzi più esclusivi di Milano, sicuramente il più di moda ed è stato premiato come il più bello e innovativo al mondo. Ha l’atrio con le pareti di vetro, affacciate sul verde, la vigilanza 24 ore su 24 e guardie armate davanti a diversi appartamenti, lungo i corridoi bianchi che paiono di un grande albergo.

Peculiarità di queste costruzioni, ambedue inaugurate nel 2014, è la presenza di più di duemila essenze arboree, tra arbusti ed alberi ad alto fusto, distribuite sui prospetti.

Si tratta di un ambizioso progetto di riforestazione metropolitana che, attraverso la densificazione verticale del verde, si propone di incrementare la biodiversità vegetale ed animale del capoluogo lombardo, riducendone l’espansione urbana e contribuendo anche alla mitigazione del microclima.

Due sono i riconoscimenti importanti vinti dal Bosco Verticale.

Il 19 novembre 2014 il Bosco Verticale è risultato vincitore dell’International Highrise Award, competizione internazionale a cadenza biennale per l’assegnazione del premio di grattacielo più bello del mondo: l’edificio, in quanto «esempio eccellente di rivitalizzazione di un centro urbano», è stato scelto tra ottocento grattacieli di tutti i continenti.

bosco verticale milano

Il riconoscimento come «grattacielo più bello ed innovativo del mondo» è invece arrivato il  13 novembre 2015, quando il Council on Tall Buildings and Urban Habitat, promosso dal Illinois Institute of Technology di Chicago, ha eletto la struttura «Migliore Architettura del Mondo 2015»


La domanda ora sorge spontanea. Ma chi vivrà in questa struttura di lusso?

110 alloggi totali, quasi tutti venduti (il 12% degli appartamenti è ancora vuoto), a dispetto dei prezzi che arrivano a 15 mila euro al metro quadrato.

I costi, manco a dirlo, sono alti: per le spese ordinarie, che includono anche la manutenzione dei giardinetti pubblici, in un trilocale si paga generalmente 1.500 euro al mese.

Ci sono i calciatori dell’Inter Ivan Perisic e Felipe Melo, alti dirigenti come Carsten Quitter di Allianz.

Bosco Verticale Milano
Bosco Verticale abitanti del grattacielo più bello del Mondo

E ancora, nomi della moda come lo stilista Diego Dolcini o Gaia Trussardi e il giovane rapper brasiliano Lorenzo Carvalho noto alle cronache per aver accolto – nella sua precedente casa in Portogallo – Fabrizio Corona, mentre era latitante.

Al quattordicesimo piano c’è Simona Pizzi, agente di commercio e appassionata d’arte, tra le prime ad aver comperato al prezzo di 15mila euro al metro quadro.

La stessa cifra – euro più, euro meno – spesa da Pinin Barbieri Ripamonti, casalinga a tempo pieno.

Susy Scott invece viene da New York e vende capi di moda: «Viviamo nella parte migliore di Milano – assicura -. Dovrebbero solo vivacizzarla di sera, aprire in piazza Gae Aulenti locali adatti a noi». E quelli di corso Como? «Quella è movida per giovani rockettari. Noi, invece, vorremmo un po’ di stile».

 

Iscriviti alla Newsletter Eventi