instagram bug

Instagram premia Jani: Il piccolo che ha scoperto il bug di Instagram a 10 anni.

Si tratta del più giovane utente a essersi mai assicurato un premio nell’ambito del programma «bug bounty».

 Ha dieci anni e, teoricamente, a Instagram non potrebbe iscriversi.
Si è invece addentrato a tal punto nel social network di immagini da scovare un (grave) bug, guadagnando i 10 mila dollari messi in palio per chi contribuisce a rendere l’applicazione più sicura.
«Avrei potuto cancellare i commenti di chiunque, anche di Justin Bieber», ha dichiarato orgogliosamente Jani — di cui per ragioni di età non si sa di più — alla testata finlandese Iltalehti.

Ma non l’ha fatto e ha invece informato i tecnici del servizio della falla scoperta. Così Facebook, che ha acquistato Instagram nel 2012, ha sistemato il ‘bug’ e ha offerto al ragazzino la ricompensa di 10mila dollari. La società di Mark Zuckerberg come molte altre grandi aziende hi-tech è solita premiare chi segnala malfunzionamenti nei suoi siti e nelle sue app.

Dal lancio del programma che scova i malfunzionamenti e premia gli utenti, Facebook ha ricevuto più di 2.400 richieste valide, consegnando premi per un totale di circa 4,3 milioni di dollari a più di 800 ricercatori. Solo nel 2015, 210 ricercatori hanno ricevuto quasi 1 milione di dollari con un premio medio di circa 1.800 dollari.

Intanto, però, il piccolo con i soldi comprerà una bicicletta.