i mercati coperti di milano
AGENDA EVENTI MILANO
I mercati coperti di Milano si rinnovano sul modello della Boqueria

Non solo vendita, aperture serali, mix commerciale per i mercati di Santa Maria del Suffragio e della Darsena.

Alcuni dei 21 mercati coperti di Milano faranno un salto in avanti: non più soltanto vendita diretta di frutta, verdura, carne e detersivi, ma una doppia utilità.

Il Comune stanzierà infatti 500mila euro per rilanciare alcune strutture e valorizzare gli sforzi dei commercianti.


i mercati coperti di Milano

Novità per le zone del mercato di Santa Maria del Suffragio e della Darsena: somministrazione e non solo vendita, aperture serali, mix commerciale. Oppure quella del mercato da poco rifatto di Lorenteggio: presidio del territorio, vocazione sociale, con spazi aggregativi per tutto il quartiere.

Ecco i nuovi mercati di Milano.

Il progetto sui mercati comunali si sta delineando in queste settimane perché l’obiettivo è quello di convincere quei mercati già maturi per il salto a cambiare pelle. Alcuni tentativi sono già in corso: il mercato Morsenchio, in zona viale Ungheria, fa aperture serali e domenicali e ha un locale per le riunioni dei negozianti.

In piazzale Lagosta sono gli stessi commercianti ad aver studiato un progetto per ridisegnare il mercato, guardando al vicino quartiere dei grattacieli, tra movida e nuovi residenti.

La ricognizione dei giorni scorsi è servita a fare il punto, prima di tutto, sullo stato di fatto delle strutture: quasi tutte hanno un buon grado di manutenzione, con qualche eccezione, come il mercato di piazza Prealpi.

Per questi lavori il Comune ha già appaltato lavori per 500mila euro entro fine anno, poco più di un milione verrà stanziato nel 2017, ma non è detto che gli interventi riguarderanno tutti i mercati, proprio perché, nel frattempo, Palazzo Marino conta di avviare nuovi progetti di gestione su alcuni di questi.