Statua di Ricordi e panchine disposte come i tasti del piano: un salotto all’aperto per la Scala di Milano

largo Ghiringhelli milano
AGENDA EVENTI MILANO
Largo Ghiringhelli sarà liberato da auto e moto in sosta e restituito ai pedoni. Lavori al via in ottobre e opera completata entro la prima del 7 dicembre

Al momento è un luogo dove vengono parcheggiate auto e motorini. A partire dai primi di novembre, però, largo Ghiringhelli, uno spazio che si trova affianco al teatro alla Scala di Milano, verrà restituito alla sua vocazione originaria: quella di sosta e transito pedonale, grazie a panchine e sedute in legno e alla sistemazione della pavimentazione.

Non solo: lo spazio accanto al tempio della lirica ospiterà anche un monumento in pietra dedicato al grande editore musicale e compositore Giulio Ricordi, figlio del fondatore dell’omonima casa editrice musicale ed editore tra gli altri di Giuseppe Verdi, Amilcare Ponchielli e Giacomo Puccini. La statua di Ricordi, vissuto tra la seconda metà dell’Ottocento e i primi del Novecento, sarà donata alla città da Casa Ricordi. Intorno al monumento verranno posizionate alcune sedute che saranno poste in maniera da ricordare i tasti di un pianoforte, quasi a definire una stanza all’aperto.

I lavori in largo Ghiringhelli partiranno a inizio ottobre e dovrebbero durare un mese circa. Non dovrebbero dunque esserci problemi per l’inaugurazione della stagione scaligera, fissata come da tradizione il 7 dicembre, giorno di Sant’Ambrogio. Per quella data il cantiere dovrebbe essere già concluso da tempo. Il progetto di sistemazione di largo Ghiringhelli fa parte di quello più ampio di riqualificazione dell’intera zona, che prevede anche l’ampliamento del marciapiede di via Case Rotte.


largo Ghiringhelli milano
Rendering dopo i lavori
Largo Ghiringhelli
Largo Ghiringhelli Oggi