Mercato di Porta Genova : ritorna con street food e orti urbani

SCALO PORTA GENOVA
AGENDA EVENTI MILANO
Nello spazio che durante l’Expo ha ospitato il “Mercato metropolitano” arriva il “Mercato agricolo”. Non cambia la formula che ha decretato il successo dell’area: street food di qualità e spazi per orti urbani ed eventi culturali.

In autunno torna il mercato di Porta Genova. O meglio, probabilmente già da settembre le bancarelle di street food animeranno lo spazio che durante i sei mesi di Expo è stato il «Mercato Metropolitano». Ne dà notizia Repubblica.

La ricetta è identica a quella del 2015, solo con un taglio diverso: più vicina al mondo dell’agricoltura e dei prodotti stagionali. Cambia anche il  nome: Mercato Agricolo. La proposta è arrivata da Unaproa, lo stesso consorzio di agricoltori che durante l’esposizione universale ha gestito il Mercato insieme alla società Expo.

IL MERCATO DI PORTA GENOVA: DAL SUCCESSO ALLA CHIUSURA

Grande il disappunto quest’estate: i milanesi hanno dovuto dire addio a uno dei più grandi spazi all’aperto della città. L’anno scorso, duranti i mesi di Expo Milano 2015, il mercato aveva rivoluzionato lo spazio di via Valenza e aveva radunato migliaia di persone ogni sera, grazie allo street food di qualità e al buon bere.

Il Mercato di Porta Genova era diventato in breve un buon esempio di riqualificazione urbana, ma dopo la chiusura di gennaio, che all’inizio sembrava solo temporanea, sono arrivate le notizie inerenti al fallimento. Voci interne avevano rivelato che la società che gestiva da un punto di vista operativo il mercato aveva interrotto i pagamenti ai fornitori addirittura da luglio 2015. Di seguito la chiusura definitiva e i pignoramenti dei beni per pagari i debiti.

mercato di porta genova

Nelle scorse settimane Unaproa ha inviato una lettera di interessamento a Palazzo Marino. Pochi giorni fa è arrivato l’accordo con Ferrovie dello Stato e prossimamente verrà presentato il progetto definitivo che dovrà ricevere il «via libera» dal Municipio. Secondo quanto trapelato sulle colonne di Repubblica ci saranno sia bancarelle di street food, ma ci sarà spazio anche per corsi di orticultura, mercati stagionali a rotazione con singoli produttori in loco e spazio per gli orti urbani.

 Non sarà un’apertura definitiva: il Mercato rinascera per quattro mesi. Non è ancora tempo di un’apertura in pianta stabile dell’area a ridosso della stazione, per quella è ancora in corso una partita ed è tutta legata al futuro dello scalo e ai progetti di riqualificazione complessiva.