LIBRI E BUON CIBO

LIBRI E BUON CIBO: per gli amanti della lettura ecco i particolari ristoranti in cui si può leggere prima di sedersi a tavola, avvolti da letteratura e arte.

Leggere un libro seduti sul divano o la poltrona, magari prima di sedersi a tavola, è un’attività che di solito si immagina nell’intimità della propria casa. Ma a Milano ci sono locali che offrono la possibilità di sfogliare un libro e cenare o pranzare nello stesso posto. Ecco i ristoranti che gli amanti dei libri, e non solo,  apprezzeranno sicuramente.

Cookbook:  nasce dall’idea di un cuoco milanese e un’illustratice di libri. Un locale unico e particolare dove prima di mangiare ti puoi accomodare in biblioteca e prendere un libro in prestito, oppure scambiarlo con uno dei tuoi. Tra i piatti da provare c’è il carpaccio di salmone selvaggio oppure la tagliata di tonno rosso in crosta di sesamo.

Feltrinelli di Gae Aulenti: il Red(read eat dream) è un ristorante libreria in cui d’inverno si mangia tra i libri, mentre in estate si mangia all’esterno godendo della vista in piazza Gae Aulenti. Uno dei piatti da provare: pici al pomodoro San Marzano dop.

Le Biciclette Art&Bistrot: è un locale che esiste da 15 anni e catalizza le tendenze bohémien della Milano artistica con mostre di arte contemporanea, vernissage ed esposizioni perenni. Non ci sono solo i libri, insieme ai piatti, ma espressioni artistiche a 360 gradi.Tipico è il brunch, american style, della domenica, a prezzo fisso (22 euro). Perfetto anche per l’aperitivo con buffet, tutti i giorni, dalle 18.30 alle 21.30.

Cedro Vini&Vinil: il locale si trova  a Cologno Monzese, vicino Milano. La musica caratterizza questo caffè dal sapore letterario dove puoi suonare il pianoforte messo a disposizione dei clienti o puoi ascoltare anche il tuo disco preferito, da scegliere tra oltre 200 vinili: jazz, musica italiana e classica. L’aperitivo è servito al tavolo con un tagliere di salumi e una selezione di formaggi, mentre il pranzo esalta i sapori della cucina casalinga. Inoltre è possibile leggere uno dei libri sulle mensole, o portartene uno da casa.