ORA SOLARE

TORNA L’ORA SOLARE: a fine ottobre ecco come cambierà l’orario, gli effetti che comporterà nel nostro organismo e i consigli degli esperti.

Tra due settimane tornerà l’ora solare e prenderà il posto di quella legale, che ritroveremo a marzo prossimo, portando minore luminosità al pomeriggio in quanto il sole tramonterà un’ora prima ma consentendoci di svegliarci la mattina con la luce anziché con il buio.

Il cambio di orario sarà la notte tra sabato 29 e domenica 30 ottobre 2016, dovremo quindi spostare le lancette dei nostri orologi un’ora indietro passando dalle tre alle due di notte, regalandoci un ora di sonno in più.

Per chi non lo sapesse, l’ora legale è stata adottata grazie ad una brillante intuizione di Franklin per risparmiare energia e sfruttare le giornate più lunghe e con maggiore luminosità. Con l’ora solare invece dovremo accendere la luce un po prima a causa dell’accorciamento delle giornate.

Ma quali sono le conseguenze del cambio orario per il nostro organismo?

Gli esperti sostengono che possa provocare abbassamento dell’umore, stanchezza, irritabilità, e difficoltà a concentrarsi. Inoltre questi effetti cambiano in ogni soggetto sulla base di caratteristiche personali che lo psichiatra Cucchi del Centro Medico di Sant’Agostino di Milano inserisce in due categorie: ” gufi” o “allodole”; i primi sono più attivi la sera e la notte, i secondi sono più attivi la mattina. Secondo il medico saranno le “allodole” ad avere maggiori disturbi.

Per fronteggiarli i medici consigliano una dieta antiossidante e disintossicante, preferendo il consumo di frutta e verdura, limitando o abolendo il consumo di tè, caffè, alcolici e cibi in scatola e piccanti.

La sera prima del cambio di ora, inoltre, è consigliabile mangiare leggero e bere molta acqua, rilassarsi ed evitare l’uso di dispositivi mobili.