WESTFIELD MILAN

WESTFIELD MILAN: prevista apertura del grande centro commerciale “più esclusivo d’Europa” a dicembre 2019 con un totale di 300.

Procedono i lavori per la costruzione di “Westfield Milan”, il  centro commerciale che si propone di essere il più grande ed esclusivo d’Europa. La fase di demolizione e di bonifica della zona interessata è quasi terminata e si prevede la fine dei lavori per dicembre 2019.

“Westfield Milan – spiega lo stesso gruppo Percassi, che ha stretto l’accordo con il colosso australiano dei centri commerciali – è un progetto retail che rappresenterà un’autentica innovazione in Italia in questo settore. Westfield Milan non sarà infatti un semplice centro commerciale, bensì un grande ed innovativo spazio pubblico polifunzionale, un polo di attrazione per le differenti attività, fruibile da milioni di visitatori ogni anno, che occuperà una superficie di circa sessanta ettari alle porte di Milano, adiacente all’aeroporto di Milano Linate”.  Percasi sostiene inoltre che sarà“lo shopping center più grande ed esclusivo d’Europa. Un progetto dove tutti gli spazi, sia interni che esterni, si uniranno per creare un complesso all’insegna dell’innovazione e del relax”.

Il progetto prevede trecento negozi aperti 363 giorni all’anno su una superficie commerciale totale di 185mila metri quadrati e un parcheggio da undici mila posti, l’investimento totale sfiora i due miliardi di euro.

Già si conoscono alcuni dei marchi che saranno presenti nella mall tra cui il noto grande magazzino “Galeries Lafayette”, che arriverà per la prima volta in Italia, Uci Cinemas, che aprirà un multisala con sedici sale cinematografiche per un totale di duemila e cinquecento posti a sedere. Nel nuovo cinema, inoltre, ci sarà un esclusivo ed unico servizio di ristorazione fronte schermo – “The Lounge” – che si caratterizzerà per un’ampia offerta di cibo e bevande”, come spiegato dalla stessa Uci al momento dell’intesa.

Nel centro commerciale infatti saranno presenti una cinquantina di boutique in una sorta di “villaggio” con stradine e spazi all’aperto.

L’apertura di “Westfield Milan” porterà la formazione di nuovi posti di lavoro.“È una questione che va gestita e portata avanti in modo responsabile, salvaguardando il territorio in termini ambientali e di lavoro dei segratesi – ha spiegato qualche giorno fa il primo cittadino di Segrate, Paolo Micheli, a fuoridalcomune.it -.  Il 50% dei posti di lavoro dovranno infatti essere destinati a persone del territorio e in più saranno richiesti spazi per i commercianti segratesi”.