PIZZERIA
PIZZERIA “DA MICHELE”: da Forcella i Condurro dichiarano: “Nessuna nostra filiale apre a Milano”, i Condurro di Fuorigrotta replicano:”Siamo la stessa famiglia, facciamo lo stesso lavoro.I cugini di Forcella non sono proprietari della tradizione di famiglia”

I Condurro annunciano la prossima apertura della storica pizzeria “Da Michele” anche a Milano e la notizia fa subito scalpore. Non solo perchè i milanesi amano la pizza napoletana, ma perchè sembrerebbe che la famiglia Condurro che apre a Milano non sia effettivamente la stessa proprietaria dello storico locale di Napoli. E subito si aprono vecchi dissapori e la battaglia sul marchio cominciata qualche anno fa.

Nella numerosa famiglia Condurro, come da tradizione meridionale, diversi nipoti portano il nome del fondatore, Michele. Oggi da una parte ci sono i Condurro di Forcella con lo storico locale “da Michele” e filiali in Giappone e, a breve, a Londra e a Roma. Dall’altra ci sono i Condurro che hanno aperto pizzerie “da Michele – I Condurro” a Fuorigrotta, a Chiaia e tra qualche giorno a Milano.

Riguardo all’apertura di Milano,Alessandro Condurro, l’addetto stampa della pizzeria di Forcella, ha precisato che “Nessuna nostra filiale apre oppure ha in programma di aprire a Milano. Si tratta di parenti che portano il nostro stesso cognome, certo, ma che non hanno a che fare con la nostra azienda. Il padre di queste persone, Raffaele Condurro, ha lavorato per noi come pizzaiolo per molti anni, questo è vero e sacrosanto. Ma non basta ovviamente questo per poter essere “da Michele”, almeno noi crediamo così. Diversità ovviamente non vuol dire superiorità, il loro prodotto potrebbe benissimo essere superiore al nostro. Ma in questo modo si genera confusione tra la clientela e tra gli addetti ai lavori. Personalmente e a nome della mia azienda, auguro buon lavoro a tutti, ognuno se possibile con una propria precisa identità“.

La replica di Michele Condurro, titolare del locale di Fuorigrotta e nipote del fondatore, che si prepara a inaugurare il locale di Milano insieme al figlio Raffaele è questa: “Non abbiamo fatto alcun riferimento al locale di Forcella. Siamo la stessa famiglia e facciamo lo stesso lavoro. I cugini di Forcella hanno ereditato la pizzeria di via Sersale ma non sono proprietari della tradizione di famiglia nè tantomeno del nonno. Mio padre è il figlio del fondatore e ha lavorato 50 anni nella pizzeria di Forcella. Anch’io ci ho lavorato negli anni Settanta. Io e mio figlio siamo dietro al banco a sfornare pizze da anni e le nostre pizzerie portano il mio nome, Michele. Sono locali di successo che non screditano la tradizione di famiglia“.