mediaset premium champions league cf

 Mediaset Premium: tagli al calcio e riduzione delle spese

Mediaset Premium, parte la rivoluzione: il pacchetto Calcio sarà uno dei primi ad essere depennati dalla lista.

L’attuale rete televisiva pay per view detentrice dei diritti esclusivi per la visione della #Champions League fino al 2018 ha deciso di ridurre drasticamente le spese a partire dal 2020.

Piersilvio Berlusconi, figlio del leader di Forza Italia Silvio e vicepresidente di Mediaset Premium, ha rifiutato l’offerta francese di Vivendi ma ha deciso, insieme a tutto il management della rete pay per view milanese, di tagliare i costi riducendo, innanzitutto, quelli dei diritti riguardanti la trasmissione delle partite e dei programmi di calcio.

Il nuovo modello di Mediaset Premium da lui presentato entrerà in vigore a partire dal 2020 e prevede una drastica rivoluzione. Il giro di affari diminuirà del 90%, passando dai 600-800 milioni attuali a 80-90 milioni.

C’è di più. Il numero degli abbonati scenderà dai 2 milioni del 2016 a 600 mila.

La spesa di abbonamento mensile calerà da 24 a 8 euro. Mediaset Premium spera di poter così risparmiare 800 milioni in totale: 700 per i diritti e i costi di riproduzione e 100 per altre voci di spesa.

In questa maniera la rete pay per view conta di arrivare al punto di pareggio.


 Mediaset Premium Champions League

Mediaset Premium rinuncia: la Champions League torna a Sky?