MILANO CITY MARATHON

MILANO CITY MARATHON: torna ad aprile la diciassettesima edizione della 42 chilometri meneghina, protagonista del running italiano e internazionale.

Si avvicina la 17° edizione di Milano Marathon, la competizione sportiva organizzata da S.S.D. RCS Active Team in collaborazione con RCS Sport, che si terrà domenica 2 aprile nel centro di Milano.

La partenza è prevista alle 9.30 da Corso Venezia e ritorno nello stesso posto.

La Milano City Marathon è una gara podistica sulla consueta distanza della maratona (42,195 km), organizzata dal 2000. MILANO CITY MARATHON

Organizzata da Milano City Marathon Club, associazione sportiva dilettantistica senza fini di lucro affiliata alla FIDAL, la manifestazione raccoglie migliaia di partecipanti provenienti dall’Italia e dall’estero. Sulla linea di partenza si sono schierati, nel corso degli anni, i migliori atleti d’èlite, uomini e donne, che ne hanno fatto, fra l’altro, nel 2007, la maratona più veloce in Italia.

L’iscrizione alla competizione è da effettuarsi esclusivamente online registrandosi al portale enternow.it entro il 26 marzo 2017. La quota di 79 euro comprende t-shirt tecnica di EA7 Emporio Armani, pettorina, assicurazione RCT, cronometraggio, assistenza tecnica e medica, ristoro, spugnaggi lungo il percorso. I materiali si potranno ritirare venerdì 31 marzo (12-21) e sabato 1° aprile (9-19) al Marathon Village all’interno del MiCo LAB di Milano, con accesso da Piazzale Carlo Magno (Gate 17).

L’unico tipo di certificato medico accettato per la partecipazione alla maratona è quello di idoneità sportiva agonistica alla pratica dell’atletica leggera, rilasciato da un medico sportivo o da un centro di medicina dello sport in Italia e vidimato dall’ULSS di competenza. Pertanto tutti i certificati rilasciati per altre discipline sportive (anche se di resistenza, come “ciclismo”, “triathlon”, ecc.) oppure che riportano diciture quali “corsa”, “running”, “maratona”, “podismo” o simili, non saranno accettati. Anche i certificati medici per attività sportiva non agonistica di particolare ed elevato impegno cardiovascolare (rilasciati secondo la normativa del “decreto Balduzzi”) non saranno accettati.

Anche quest’anno la 42 chilometri meneghina punta a confermare il proprio ruolo da protagonista nel panorama del running italiano e internazionale.

L’obiettivo tecnico minimo per l’edizione 2017 è infatti quello di un tempo del vincitore della gara maschile inferiore a 2h08’, che collocherebbe la Milano Marathon in una ristretta élite di maratone mondiali (nel 2016 sono state solo 15 le competizioni che hanno fatto registrare risultati inferiori alle 2 ore e 8 minuti).

Continua a leggere…