MILANO

MILANO: in scadenza la concessione per Leo Pizzo in Galleria e Benetton in Duomo. Presto saranno indetti i bandi di gara.

Entro fine anno scadrà il contratto per due spazi commerciali in Duomo e saranno presto assegnati. La giunta di Milano, infatti, ha approvato le linee di indirizzo necessarie per indire i bandi di gara. Nella delibera vengono indicati i parametri per la massima valorizzazione del patrimonio immobiliare comunale nel rispetto dei principi di trasparenza e libera concorrenza.

I negozi in questione sono la gioielleria “Leo Pizzo” in Galleria Vittorio Emanuele (con concessione in scadenza il 16 novembre 2017) e “United Colors of Benetton” di piazza del Duomo (con scadenza il 31 dicembre 2017).

Per quanto riguarda il negozio della Galleria la destinazione d’uso si restringe alla vendita di gioielli o arredi di design, alle opere d’arte, ai prodotti alimentari di alta gamma, alla commercializzazione di marchi italiani di prestigio. Per gli spazi di piazza Duomo la gara sarà riservata ai soggetti in possesso di esperienza nella riqualificazione e gestione di ampi spazi di pregio destinati ad attività di prestigio o di fama internazionale.

Sono escluse in entrambi i casi le attività di ristorazione oltre a quelle comunemente escluse, ovvero phone center, money transfer, sexy shop, sale giochi, centri massaggi ed agenzie di scommesse.

La base d’asta sarà calcolata sulla base delle ultime stime dell’Agenzia delle Entrate. L’attuale canone è di 1.600 euro al metro quadro per Leo Pizzo e di 1.225 euro al metro quadro per Benetton. La concessione durerà diciotto anni con manutenzione ordinaria e straordinaria a carico dei concessionari.

L’assessore a Bilancio e Demanio Roberto Tasca ha dichiarato “La differenziazione merceologica è uno dei profili attraverso i quali il Comune di Milano mira alla valorizzazione della Galleria. Queste linee confermano come il valore non sia un mero elemento di natura economica”.