MILANO

MILANO: aumento del 87 per cento rispetto all’anno prima, anche grazie alla legge che ha accorciato i tempi della separazione.

Milano è la città dei single e dei divorzi. A dirlo sono i numeri. In città infatti si registra un vero boom di divorzi, sia quelli consensuali sia quelli non consensuali, tecnicamente detti «contenziosi».

Silvia Colombo, avvocato matrimonialista del Foro di Milano e appena nominata vicepresidente della sezione milanese dell’Associazione avvocati matrimonialisti italiani sottolinea: «I divorzi contenziosi in particolare sono aumentati dell’87 per cento nel primo trimestre del 2016 rispetto allo stesso periodo del 2015».

I dati diventano rilevanti se si confrontano con quelli nazionali: più 57 per cento in Italia nell’intero 2015 rispetto al 2014. La questione è in parte legata alle novità legislative recenti. «L’aumento – continua Colombo – è dovuto in primo luogo all’introduzione, a metà 2015, del cosiddetto divorzio breve. Della legge cioè che ha accorciato i tempi della separazione». Oggi il periodo che deve trascorrere prima di poter divorziare è ridotto a sei mesi dalla prima udienza in tribunale in caso di separazione consensuale e a un anno per i procedimenti «giudiziali».

Continua a leggere…