strisce blu milano rincari
Strisce Blu: Conto alla rovescia per l’entrata in vigore delle nuove tariffe. Annunciati già a fine dicembre, i rincari saranno realtà entro i primi dieci giorni di maggio.

«Contiamo di partire entro la fine della settimana in arrivo o per la settimana immediatamente successiva», quella che inizia lunedì 8 maggio, conferma Marco Granelli.

Già, c’è solo da coprire le vecchie tariffe e sostituirle con le nuove.

Non cambierà tutto subito però. Infatti, La riforma della sosta si estenderà a macchia d’olio dal centro alla periferia. «L’aggiornamento delle tariffe sarà progressivo – spiega Granelli –. Partiremo dal Municipio 1, poi aggiorneremo via via le tariffe in tutta la Cerchia dei Bastioni, nella fascia tra i Bastioni e la filovia 90-91 per poi arrivare oltre la cerchia filotranviaria. Ci vorranno almeno due mesi prima che le tariffe della sosta saranno ovunque aggiornate».

All’interno della Cerchia dei Bastioni (l’area che coincide con Area C), tutti i giorni dalle 8 alle 19, la tariffa passerà da 2 a 3 euro all’ora per le prime due ore di parcheggio e da 3 a 4,50 euro a partire dalla terza. Dalle 19 a mezzanotte, la tariffa sale di nuovo da 2 a 3 euro all’ora per le prime due ore di sosta. Confermata la gratuità dalla terza ora in avanti.

Tra la Cerchia dei Bastioni e la Cerchia Filotranviaria (90-91) si passa da 1,20 a 2 euro all’ora nei giorni feriali. All’esterno della Cerchia Filotranviaria si passa da 80 centesimi di euro a 1,20 euro all’ora, sempre nei giorni feriali e limitatamente alla fascia oraria che va dalle 8 alle 13.

Inoltre a San Siro viene introdotta la tariffa oraria di 1,20 euro all’ora che diventano 2 euro all’ora in caso di manifestazioni mentre la tariffa unica di 7 euro passa a 10 euro.

strisce blu milano rincariLe nuove tariffe porteranno in dote, da qui ai prossimi due mesi, anche nuovi abbonamenti. Salvo sorprese. Nel dettaglio, si prevede un abbonamento scontato, valido per la cerchia extra-filotranviaria, se si combina la sosta all’abbonamento urbano Atm.

In questo caso il costo della sosta resta invariato (40 euro al mese e 400 euro l’anno) a patto, però, che sia sottoscritto anche l’abbonamento ai mezzi pubblici (35 euro al mese e 330 euro all’anno) per un totale di 75 euro al mese o 730 euro all’anno.

L’obiettivo, secondo quanto comunicato dalla Giunta, è «favorire l’uso della striscia blu della cerchia extra-filotranviaria come parcheggio di interscambio tra auto e trasporto pubblico».

Nel caso non si scelga l’abbinamento con la tessera Atm, l’abbonamento ordinario per la cerchia extra-filotranviaria passa da 40 a 50 euro al mese e da 400 a 500 euro all’anno, quello agevolato, valido sempre per la cerchia extrafilotranviaria, passa da 25 a 30 euro al mese e da 250 a 300 euro all’anno, infine l’abbonamento agevolato valido nella cerchia intermedia passa da 60 a 70 euro al mese e da 600 a 700 euro all’anno.