AREA C: dal 16 ottobre nuove restrizioni, ecco i dettagli

by -
AREA C
AGENDA EVENTI MILANO

AREA C: il 16 ottobre 2017 si parte con le nuove regole che riguardano l’accesso nel centro di Milano. Vietato l’ingresso agli euro 4 diesel.

Da lunedì 16 ottobre 2017 entreranno in vigore nuove norme per l’accesso nella cerchia dei Bastioni: sarà infatti vietato a tutti veicoli diesel euro 0, 1, 2, 3 ed euro 4 senza Fap, classificati diesel leggeri, l’ingresso nell’Area C. Milano è l’unica città italiana ad adottare strutturalmente questa misura a tutela della qualità ambientale dei cittadini.

Venerdì 13 ottobre Area C è sospesa per l’aggiornamento del sistema relativo all’entrata in vigore delle nuove regole.

Sabato 14 ottobre scadranno le ultime deroghe al nuovo provvedimento Area C in vigore dal 13 febbraio 2017.

L’Amministrazione vuole dunque continuare a ridurre il traffico in centro città ma anche consentire progressivamente l’accesso in Area C solo a veicoli dalle elevate prestazioni ambientali a tutela del benessere dei cittadini.

Continuerà ad essere attivo il divieto di accesso ai veicoli merci tra le ore 8.00 e le ore 10.00 che ha consentito l’abbattimento del traffico di circa il 38% in una fascia oraria di particolare congestione e ha dato l’impulso alla riorganizzazione della distribuzione delle merci nella città di Milano. Insieme al divieto restano in vigore le relative deroghe per altri 12 mesi cioè fino al 30 settembre 2018.

Da lunedì 16 ottobre sarà anche attuata la modifica delle norme di pagamento per i bus turistici (veicoli  a noleggio con conducente Ncc) superiori a 9 posti. Il nuovo ticket costa: per i veicoli fino a 8 metri (generalmente fino a 30 posti), 40 euro; per i  veicoli compresi tra 8,01 e 10,50 metri (generalmente fino a 50 posti), 65 euro; per i  veicoli superiori a 10,50 metri (generalmente più di  50 posti), 100 euro.

Per quanto riguarda i veicoli utilizzati esclusivamente per il trasporto degli alunni delle scuole dell’infanzia, elementari e medie, per il tragitto casa-scuola e luoghi connessi all’attività didattica, il ticket giornaliero ha i seguenti costi: 15 euro per i veicoli fino a 8 metri; 25 euro per i veicoli compresi tra 8,01 e 10,50 metri; 40 euro per i veicoli superiori a 10,50 metri. Continuano a pagare 5 euro a ingresso, secondo le modalità in atto dal febbraio di quest’anno, i veicoli per trasporto alunni delle scuole dell’infanzia, elementari e medie per uscite didattiche, d’istruzione e sportive.

In particolare per quanto riguarda i veicoli per il trasporto cose alimentati a gasolio euro 4 dotati di Fap di serie, possono continuare a entrare senza nessun obbligo di comunicazione della targa in quanto riconosciuti automaticamente dalle telecamere. I veicoli alimentati a gasolio euro 0, 1, 2, 3 dotati di filtro antiparticolato after-market, che abbiano la classe euro di adeguamento riportata sulla carta di circolazione pari almeno a euro 4 possono continuare ad entrare senza nessun obbligo di comunicazione della targa in quanto riconosciuti automaticamente dalle telecamere. I veicoli per trasporto cose alimentati a gasolio euro 4 con Fap installato non di serie, per entrare devono comunicare la targa del veicolo con il modulo disponibile dal 16 ottobre sul sito www.areac.it dove è possibile trovare tutta la nuova regolamentazione d’ingresso in Area C.

Il filtro antiparticolato consente di ridurre le emissioni inquinanti, per questo l’Amministrazione Comunale di Milano aveva già finanziato con 1 milione di euro un bando per dare un contributo ai proprietari di veicoli alimentati a gasolio euro 0, 1, 2, 3 e 4 che ha consentito a oltre 270 mezzi di dotarsi del filtro. Un altro bando con un ulteriore finanziamento sarà pubblicato nelle prossime settimane.

Restano invariati orari e costi di Area C. Il provvedimento è attivo tutti i giorni feriali dalle 7.30 alle 19.30 (il giovedì fino alle 18.00). Il costo del ticket giornaliero è di 5 euro. L’accesso resta gratuito per i veicoli elettrici – ciclomotori e motoveicoli (moto, tricicli e quadricicli) -, per veicoli che trasportano disabili (muniti di contrassegno) oppure persone dirette al pronto soccorso ospedaliero.

Iscriviti alla Newsletter Eventi