MILANO

MILANO: potrebbe arrivare sulle strade della città la prima navetta elettrica “driverless”, un vero e proprio mini bus a guida autonoma.

Milano potrebbe avere, e molto presto, la prima navetta elettrica “driverless” – un vero e proprio mini bus a guida autonoma – sulle proprie strade. A firmare l’idea è Beni Stabili, la società che opera nel settore immobiliare e che sta curando la nascita di “Symbiosis”, il nuovo business district che sorgerà in zona via Ripamonti.

Il bus dei sogni di Beni Stabili, infatti, dovrebbe collegare proprio via Ripamonti – dove passa il 24 – con piazzale Lodi, dove c’è una fermata della metro gialla M3. Il generale manager della società, Alexei Dal Pastro, ha spiegato che il progetto è già in discussione con l’amministrazione comunale e che potrebbe venire in buona parte finanziato dallo stesso gruppo, del quale è azionista di riferimento Leonardo Del Vecchio, padre di Luxottica.

La navetta – che sarebbe una sorta di “ponte” tra Symbiosis e Fondazione Prada – passerebbe accanto allo scalo ferroviario di Porta Romana e – ha concluso Dal Pastro – “potrebbe essere pronta in 12-15 mesi”.