MILANO: chiude lo storico negozio di via Torino “Usa Shop”, aveva inventato i jeans strappati

by -
MILANO
AGENDA EVENTI MILANO

MILANO: il primo Usa Shop aprì in San Maurilio nel 1980 e ha chiuso i battenti tre anni fa. Purtroppo anche alla succursale tocca la stessa sorte.

«Usa Shop» è uno dei negozi storici di via Torino ma chiuderà a fine agosto. Si trova al civico 73 dal 1989 ed è sempre stato un delizioso emporio controcorrente. Ha unito la vendita di capi vintage, essendo stato tra i primi a importare jeans dall’America e giacche di pelle e chiodi dall’Inghilterra, con una produzione interna «urban» che ha vestito almeno tre generazioni creative. I jeans stracciati sono stati “inventati” qui, come le magliette piene di ironia per cui Luca Manzo, il titolare 78enne, ricevette la benedizione da Elio Fiorucci: «Le prime t-shirt che lanciano messaggi. Bravo» mi disse lo stilista, entrando un giorno nel negozio negli anni ‘80 . Messaggi non volgari come «Bello oltre misura» o «Sperem» e altre firmate all’inizio da sconosciuti a cui Usa Shop ha dato visibilità, come il team Deboscio. Altro marchio di fabbrica le camice con lo jabot, alla Spandau Ballet.

Il primo Usa Shop aprì in San Maurilio nel 1980 e ha chiuso i battenti tre anni fa. Purtroppo anche alla succursale tocca la stessa sorte: «Gli affari sono andati bene fino a dieci anni fa. Ci hanno soffocato la crisi, le catene di massa, i prezzi stracciati, la sleale concorrenza asiatica» spiega la figlia Silvia, 52 anni, dietro al bancone da quando ne aveva 13.

La regina del negozio è la madre Angela, stilista autodidatta: «M’inventai di stappare i jeans con le lamette o di arricchirli di toppe. Fu un successo. Heather Parisi venne di persona perché ne cercava un paio da abbinare a una camicia di Valentino. Mio marito invece era specializzato nella realizzazione di giacche con le frange. I ragazzi volevano distinguersi nell’abbigliamento, non conformarsi al gusto omologato» sospira la donna, oggi 64enne, che ebbe l’onore di ricevere una visita da Donatella Versace: «Garbata, per nulla arrogante» ricorda. In via Torino venivano a trovarla anche cantanti: «Loredana Bertè, Ivan Cattaneo, Mango, Alice Cooper l’anno scorso e Morgan». I Manzo non scompariranno: saranno ancora alle Colonne di San Lorenzo, al loro Backstage Vintage. «Non ho rimpianti: a Milano ho dato tanto ma ho ricevuto anche molto. Ho però l’impressione che si stia un po’ spersonalizzando» dice la signora Angela.

Iscriviti alla Newsletter Eventi


Email: *

Nome: *

Cognome: *

Sesso: *
MaschioFemmina

Anno di Nascita: *

Nazionalità: *

Città attuale: *

Professione: *

Fumatore: *
SiNo

Accettazione Privacy: *
E-City Group S.r.l. proprietaria del sito www.milanoevents.it informa che in ottemperanza del Nuovo Regolamento Privacy (Regolamento 2016/679), i dati forniti per la registrazione all'evento saranno utilizzati esclusivamente ad uso interno per scopi statistici, di ricerca e per InformarLa sulle iniziative commerciali della nostra società. Cliccando sulla casella si accettano le condizioni elencate nella nostra informativa dettagliata sulla privacy


Simple Share Buttons
X