FORMULA 1

FORMULA 1: dal 29 agosto al 1° settembre in Darsena un circuito speciale per una spettacolare anteprima (gratuita) del Gp d’Italia.

L’appuntamento è di quelli da segnarsi in calendario e da non mancare: tra poche settimane, chi si trova a Milano potrà assistere allo spettacolo delle Formula 1 in azione. Un grande colpo per il capoluogo, che Liberty Media ha scelto per ambientare il F1 Milan Festival che andrà in scena dal 29 agosto al 1° settembre in zona Darsena, Navigli, una delle location più vitali della metropoli, durante la settimana del GP d’Italia che ovviamente si corre a Monza. Ma stavolta, in un’ideale unione tra città che amano i motori, le monoposto e i piloti si concederanno una trasferta a pochi chilometri dal circuito brianzolo: correranno, sfileranno e interagiranno col pubblico meneghino, regalando a fan e semplici curiosi la magia dello sport motoristico più amato. Per la prima volta visibile anche solo aprendo una finestra o uscendo dal portone di casa.

Sarà questo il piatto forte della quarta edizione di un format che Liberty Media ha introdotto e fortemente voluto per aumentare l’interazione della Formula 1 col pubblico delle città più grandi, a ridosso dei GP. L’esordio a Londra l’anno scorso, poi quest’anno ecco Shanghai e Marsiglia, a margine dei GP di Cina e Francia. Ora tocca a Milano. Come mai? «Perché Milano ha la competizione automobilistica nel Dna, tanto quanto la moda e la creatività» ha detto Sean Bratches, il responsabile di Liberty Media per la parte marketing e commerciale.

La scelta dell’area del F1 Milan Festival è in effetti stuzzicante. Come si vede dalla cartina qui sopra, la pista esibizione delle monoposto partirà da piazza XXIV Maggio, correrà lungo viale D’Annunzio fino a piazzale Cantore e lì effettuerà un tornante che sempre da viale D’Annunzio riporterà le auto in XXIV Maggio. Costeggiando la rinnovata Darsena, che ormai è per Milano un luogo distintivo e di aggregazione naturale. Su viale Gorizia, davanti allo specchio d’acqua, sarà invece allestita la F1 House, accessibile gratuitamente e sede delle serate con animazioni musicali di Dj e personalità dal mondo dello sport, della musica e dell’intrattenimento.

A curare l’evento sarà Balich Worldwide Shows, la società italiana che ormai è un’eccellenza mondiale nell’organizzazione di intrattenimento dal vivo su larga scala e cerimonie olimpiche. Un team creativo di assoluto livello se pensiamo che ha realizzato, tra le altre , le cerimonie di apertura e chiusura di Torino 2006, di chiusura di Sochi 2014, il Padiglione Italia e l’Albero della Vita di Expo 2015, apertura e chiusura di Rio 2016 e, ultima produzione, lo spettacolo permanente Giudizio Universale di Roma 2018. «La scelta di Milano per Liberty è stata importante – spiega il responsabile comunicazione di Balich, Massimiliano Ferramondo – Ferrari e i marchi milanesi Alfa Romeo e Pirelli sono realtà che si voleva curare con attenzione. Siamo orgogliosi di essere stati scelti perché l’obiettivo è portare in città tutta la potenza evocativa e iconica della Formula 1. Di icone ce ne intendiamo perché le nostre cerimonie olimpiche, le immagini evocative come l’Albero della Vita di Expo e gli spettacoli coinvolgenti come il Giudizio Universale di Roma sono biglietti da visita che probabilmente hanno convinto Liberty a lavorare insieme». Ma i tifosi non pensino che il F1 Milan Festival sarà uguale a quelli di Londra, Shanghai e Marsiglia. «Abbiamo avuto libertà creativa e mostreremo alla città qualcosa di unico. La prima volta della F.1 a Milano sarà speciale».
PER CONOSCERE IL PROGRAMMA COMPLETO, clicca  QUI