VILLA ARCONATI

VILLA ARCONATI: tra le più belle e maestose Ville di delizia di Milano, un patrimonio di grande valore storico, culturale e architettonico.

In occasione dell’arrivo dell’autunno Fondazione Augusto Rancilio apre il meraviglioso giardino della villa, il piano terra e parte del piano nobile per dare la possibilità al pubblico di visitare questo luogo dal fascino unico in una stagione inedita: i colori caldi dell’autunno regalano a Villa Arconati un fascino ancora più suggestivo, da godere nella luce calda degli ultimi pomeriggi prima del freddo invernale.

Lo splendido giardino monumentale: 10 ettari di giardino all’italiana, con sculture classiche in pietra racchiuse nei “teatri”, berceaux che formano delle vere e proprie gallerie del fresco e le carpinate che creano un autentico monumento di verzura; 2 ettari di giardino alla francese – uno dei pochissimi che ancora si conserva in Lombardia – dove il vezzoso parterre è stato ridisegnato così da ricreare una prospettiva ideale verso l’infinito, in cui le “ballerine” di carpino danzano nella frescura primaverile.

L’arte classica e barocca del piano terra: interamente visitabile in autonomia dal pubblico, offre uno sguardo su alcuni tra gli ambienti più particolari della villa, come le Scuderie Nobili, la Sala Carrozze e il Museo, ambiente totalmente dedicato all’antichità classica dove si conservano i bassorilievi illustrativi degli episodi della Colonna Traiana e soprattutto l’imponente scultura originale del I secolo d.C. dell’imperatore Tiberio, un tempo creduto Pompeo Magno, sotto il quale la leggenda vuole sia stato pugnalato a morte Giulio Cesare.

Quale modo migliore per conoscere tutti i segreti della Villa e lasciarsi trasportare ai fasti del Settecento se non con la visita guidata del piano nobile?

Ancora oggi scrigno della storia secolare di questo luogo incantato, il piano nobile conserva alcuni degli ambienti in assoluto più rappresentativi e meglio conservati della vita alla “corte” degli Arconati nel Settecento: l’Ala delle Signore con le spettacolari quadrature sulle volte e la misteriosa Alcova, le camere da letto dei padroni di casa, la Sala da Ballo ricamata di stucchi e dorature, l’imponente Stanza di Fetonte in cui i Fratelli Galliari nascosero il messaggio segreto di Giuseppe Antonio Arconati per i suoi ospiti e la superba copia in terracotta policroma di Laocoonte, recentemente restaurata.


Modalità di Accesso e Biglietti

Le aperture domenicali di Villa Arconati (Castellazzo di Bollate) nell’autunno 2018 sono in programma il 28 ottobre, il 4, 11 e 18 novembre, dalle 11.00 alle 17.00.

Il biglietto di ingresso costa 5 euro (8 euro con visita guidata); l’intero ricavato dei biglietti d’ingresso è devoluto a sostegno dei progetti culturali e sociali di Fondazione Augusto Rancilio. Per info, telefonare al 393 8680934.

Visite guidate per visitatori singoli a turno fisso (senza prenotazione) h 12:30 – 14:30 – 16:00 – 17:30
L’ACQUISTO DEI BIGLIETTI DI INGRESSO O LA VISITA GUIDATA SI EFFETTUA SOLO PRESSO LA BIGLIETTERIA FAR, NON E’ POSSIBILE PRENOTARE IN ANTICIPO.

Sconti e Convenzioni
*Ridotto per gli “Amici di Villa Arconati-FAR”, minori di anni 12, persone diversamente abili, associazioni ed enti convenzionati con FAR, possessori di biglietto del Museo Storico Alfa Romeo e di Villa Litta.
Ingresso Gratuito: minori di anni 6; accompagnatori di persone diversamente abili.


VISITE GUIDATE PER GRUPPI (su prenotazione, tutti i giorni dell’anno)
Per Informazioni: +39 393 8680934