ESSELUNGA

ESSELUNGA: approvata la realizzazione di una vera e propria cittadella che sorgerà sulle ceneri dell’ex Stefana di Ospitaletto.

500 milioni di investimento, 650mila metri quadrati, di cui oltre 300mila di superficie lorda pavimentata: il tutto senza consumare il suolo. Con il decisivo passaggio in Consiglio Comunale avvenuto la scorsa settimana prende il via il grande progetto di riconversione dell’ex Stefana di Ospitaletto. Al termine dei lavori ci saranno 900 posti di lavoro, dei quali 120 per gli ex dipendenti dell’acciaieria.

Il progetto. A partire da settembre, dopo il periodo a disposizione per eventuali osservazioni e per i pareri tecnici degli enti territoriali, saranno messe in campo le opere di urbanizzazione, dopodiché si inizierà l’edificazione dei grandi capannoni del polo logistico, non prima però delle operazioni di bonifica del terreno inquinato dall’ex acciaieria Stefana (operazioni dal costo complessivo di 30 milioni di euro).

Le opere di viabilità secondaria realizzate da Esselunga sono il collegamento con la BreBeMi e la realizzazione di una pista ciclopedonale in un’area verde ad utilizzo dei cittadini. Prima di tutto ciò, prima anche della partenza dei lavori, Esselunga verserà nelle casse del Comune 5 milioni di euro per la realizzazione di un nuovo palazzetto dello sport.