MERCATO ANIMATO
AGENDA EVENTI MILANO

MERCATO ANIMATO: dai concerti di musica da camera ai percorsi del gusto per scoprire una sana e corretta alimentazione.

Tajani: “Abbiamo messo insieme commercianti, associazioni e realtà locali per animare questi luoghi nel segno della socialità e della cultura alimentare”

Dai concerti di musica da camera ai percorsi del gusto per scoprire una sana e corretta alimentazione grazie ai consigli di Slow Food e Fondazione Umberto Veronesi, passando per coinvolgenti showcooking e divertenti laboratori didattici per avvicinare i bambini alla cultura del riciclo e del riuso, sino alla presentazione di libri e mostre fotografiche per conoscere la storia degli alimenti e molto altro ancora.

Sono alcuni degli appuntamenti di “Mercato animato”, il variegato palinsesto voluto dall’Amministrazione e realizzato da nove associazioni per far tornare nove mercati coperti (Ca’ Granda, Monza, Rombon, Ponte Lambro, Morsenchio, Montegani, Chiarelli, San Leonardo e Prealpi) luoghi di aggregazione e socialità per i quartieri della città. Le azioni di animazione hanno preso il via lo scorso dicembre e termineranno a fine febbraio 2019.

A presentare l’iniziativa, questa mattina a Palazzo Marino, l’assessore alle Politiche per il Lavoro, Attività Produttive e Commercio Cristina Tajani, che ha commentato: “Come Amministrazione crediamo nello sviluppo economico, commerciale e sociale dei mercati coperti e grazie ad azioni come questa vogliamo riportare queste realtà al centro della vita sociale e aggregativa dei quartieri, valorizzando la vocazione prettamente commerciale delle strutture e contemporaneamente processi di ibridazione culturale e di intrattenimento capaci di attrarre giovani, famiglie e bambini diventando veri luoghi di interesse per i residenti e tutti i cittadini”.

“Mercato animato” nasce come risposta al bando lanciato dall’Amministrazione lo scorso mese di settembre in cui si mettevano a disposizione di associazioni, onlus, cooperative sociali e fondazioni con finalità sociali contributi per 120mila euro volti a realizzare progetti di rigenerazione territoriale in grado di rendere il mercato coperto scelto un luogo inclusivo, nel quale realizzare attività culturali e aggregative coinvolgendo anche la rete degli attori locali e dei commercianti già presenti. Al bando hanno partecipato 29 progetti e ne sono stati selezionati nove ora attivi in altrettanti mercati coperti.

Nello specifico, il Mercato Ca’ Granda (via Moncalieri, 15) è il set dove viene realizzata una web serie in quattro puntate che racconta il mercato, i suoi operatori e suoi clienti impegnati in showcooking con gli chef a cura della onlus Officine Buone, mentre l’Associazione Coi Ludosofici, ogni venerdì, dà vita a un laboratorio dopo scuola dedicato ai bambini del quartiere per sensibilizzarli alla lotta allo spreco e a una sana e corretta alimentazione. L’iniziativa si trasferisce il giovedì al Mercato di viale Monza (viale Monza, 54) che ospita anche Radio Nolo, la radio della omonima social street che diventa la vera colonna sonora del mercato e di tutti gli eventi realizzati da Collaboriamo, oltre a una serie di performance teatrali live e spettacoli per scoprire le culture alimentari multietniche.

Il Mercato Rombon (via Rombon, 35) sarà anch’esso sede della web serie realizzata da Officine Buone ospitando l’evento finale con showcooking e affermati chef. I bambini saranno i veri protagonisti del Mercato Ponte Lambro (via Parea, 13) dove, grazie ai Gruppi Volontariato Vincenziano e al Laboratorio di Quartiere, nei pomeriggi della settimana verranno realizzati una serie di laboratori didattici e attività artistiche per sviluppare la creatività dei più piccoli attraverso il cibo e il riciclo. Verrà realizzata anche una compostiera per lo smaltimento dei rifiuti organici. Il Mercato Morsenchio (largo Guerrieri Gonzaga, 1) sarà il presidio di Slow Food e Fondazione Umberto Veronesi. Qui, grazie ad una didattica divertente e coinvolgente, verranno illustrate ai bambini delle scuole primarie del quartiere, alle loro famiglie e agli anziani che frequentano il mercato come adottare corretti stili di vita e seguire un’alimentazione buona sana e sostenibile. Le attività verranno svolte, in classe, nel quartiere e all’interno del mercato e gli stessi operatori del mercato verranno coinvolti in prima persona come ambasciatori, verso la propria clientela, della cultura del cibo salutare.

Il Mercato Montegani (via Montegani, 33) ospita un Urban Game che, grazie alla Compagnia teatrale Campoverde Ottolini, conduce commercianti e avventori alla scoperta della storia e delle curiosità degli alimenti meno conosciuti e presenti nel Mercato. I Mercati Chiarelli (via Chiarelli, 10) e San Leonardo (via Alex Visconti, 24) sono la cornice insolita di una serie di concerti da camera tra musica e recitazione sui temi dell’alimentazione. Spazio anche ai bambini con Child Friendly Market dove genitori e bambini possono scoprire dai segreti della panificazione a quelli della falegnameria, passando dall’hip-hop e altri linguaggi per trasmettere e sensibilizzare sui temi della circolarità. Il tutto ideato dall’Associazione Tutti Insieme. Il Mercato Prealpi (Piazzale Prealpi, 1), con l’Associazione Ambiente Acqua, tutti i mercoledì invita i bambini del quartiere ad una merenda accompagnata da esibizioni musicali, giochi e animazioni, oltre ad attività didattiche per le scuole in tema con le giornate internazionali dell’ONU sull’ambiente.

“Mercato animato” non è solo un ricco palinsesto di appuntamenti ma anche una precisa identità visiva, un logo e una realtà social ideata dall’Officina Grafica di Super (Scuola di Arte applicata del Castello Sforzesco). I docenti Pierluigi Anselmi e Alessandro Busseni (Propp) hanno infatti coordinato e organizzato il lavoro di Fiorella Carasuolo, Guido Dallago, Monica Masucci, Angelica Micelli, Irene Turcato e Diego Vitto. Un progetto che nasce dalla volontà di dare risalto e visibilità alle azioni che si svolgono nei Mercati Comunali Coperti creando una identità grafica facilmente riconoscibile dai cittadini e un segno grafico che caratterizzi le strutture. Dal semplice acronimo “MA” nasce il marchio “Mercato animato” un segno grafico in continuo movimento, a simboleggiare la dinamicità di tutti i mercati comunali coperti. Ogni mercato viene quindi identificato da un colore che più rappresenta la sua identità. Oltre che su manifesti e locandine “Mercato animato” ha anche un’anima social. È presente su Facebook e su Instagram con un proprio profilo dove le diverse associazioni che compongono il suo palinsesto possono postare tutti dettagli degli eventi oltre a facilitare il dialogo e l’interazione con il pubblico.