TRASPORTO PUBBLICO
AGENDA EVENTI MILANO

ATM: insieme all’aumento del biglietto da 1.5 a 2 euro sarà possibile timbrare il biglietto più volte all’interno della metropolitana.

Marco Granelli, assessore alla mobilità, dopo una riunione con la maggioranza di centrosinistra in consiglio comunale ha reso noto che sarà possibile timbrare il biglietto più volte anche in metropolitana, e non solo sui bus e tram, se non sono trascorsi i 90 minuti della validità. La novità, anzi la rivoluzione, della timbratura multipla scatterà a luglio 2019. Significa, per esempio, andata e ritorno in metrò con un solo biglietto.

SCOPRI QUI COME DETRARRE GLI ABBONAMENTI DALLA DICHIARAZIONE DEI REDDITI.

L’obiettivo dell’incontro era proprio quello di trovare altre agevolazioni, oltre a quelle già previste nella riforma tariffaria, per rendere meno indolore la pillola dell’aumento del biglietto.

Inoltre il carnet da 10 viaggi, che costerà 13,80 euro, potrà essere utilizzato non soltanto dal titolare ma anche da chi sta viaggiando insieme. Ovviamente timbrando più di un viaggio. Una comodità che piacerà parecchio. I biglietti continueranno a essere validi fino alla fine del viaggio, anche se nel frattempo sono scaduti i 90 minuti.

Tre idee che, per diventare operative (da luglio, non prima), dovranno essere approvate (entro metà aprile) dall’agenzia per il trasporto pubblico che riunisce le province di Milano, Monza, Lodi e Pavia. Particolarmente soddisfatto è Carlo Monguzzi, ambientalista del Partito Democratico e presidente della commissione mobilità a Palazzo Marino, che commenta che si tratta di misure di buon senso chieste da anni. Monguzzi aveva anche chiesto un “biglietto leggero”, ad esempio a 1 euro, per chi effettua poche fermate, ma questo per ora non è stato possibile.

A luglio il biglietto aumenterà a 2 euro, ma sarà valido anche nei Comuni di Pero, Rho, Settimo Milanese, Cesano Boscone, Corsico, Buccinasco, Assago, Rozzano, Opera, San Donato Milanese, Peschiera Borromeo, Segrate, Vimodrone, Cologno Monzese, Sesto San Giovanni, Cinisello Balsamo, Bresso, Cormano e Novate Milanese. Per i viaggi da e per Milano il costo sarà più basso di oggi.

Nella stessa cerchia, il biglietto giornaliero passerà da 4,50 a 7 euro; l’abbonamento mensile ordinario da 35 a 39 euro; il settimanale da 11,30 a 17 euro; il carnet da dieci corse da 13,80 a 18 euro. Resta invece invariato l’abbonamento annuale (330 euro) e, novità, gli under 14 potranno viaggiare gratis sui mezzi pubblici, così come già oggi gli over 65 con Isee inferiore a 16 mila euro.

Inoltre gli abbonamenti non solo annuali ma anche mensili resteranno invariati per gli under 26 (22 euro e 200 euro) e i senior sopra i 65 anni, donne e uomini (30 euro e 300 euro). Restano invariati, per i senior, gli abbonamenti “off peak” fuori dall’ora di punta mattutina (16 euro il mensile, 170 euro l’annuale) e i ridotti (22 euro il mensile, 200 euro l’annuale), questi ultimi riservati a chi ha un Isee tra 16 mila e 28 mila euro.