PARCO SEMPIONE: arriva il labirinto di plastica, ecco di cosa si tratta

PARCO SEMPIONE
AGENDA EVENTI MILANO

PARCO SEMPIONE: dal 13 al 16 luglio piazza del Cannone a Milano ospita l’installazione collettiva Clean the Oceans Pavilion, un labirinto in plastica per la tutela ambientale.

Dopo la corsa Run For The Oceans del 14 giugno, arriva a Milano una nuova iniziativa. Il milanese Parco Sempione, polmone verde del capoluogo lombardo, ospiterà infatti il Clean the Oceans Pavilion, installazione realizzata con bottiglie di plastica.

Si tratta di un labirinto chedal 13 al 16 luglio 2019, occuperà una parte del parco (sarà allestito in Piazza del Cannone) e rientra nel progetto Milano Plastic Free. La mega struttura vuole così ribadire l’impegno della città in direzione della tutela delle acque e in generale dell’ambiente, con una politica di riciclaggio corretta e l’abolizione delle plastiche monouso.

“Una gara e un’installazione artistica che possono contribuire a promuovere atteggiamenti e comportamenti virtuosi capaci di modificare le abitudini dei cittadini”. In questi termini gli assessori milanesi Cristina Tajani (commercio) e Roberta Guaineri (sport) hanno spiegato l’iniziativa. Con l’auspicio che tali comportamenti “possano diffondersi con successo in tutta la cittàcontribuendo alla salvaguarda dell’ambiente e degli oceani”.

Clean the Oceans Pavilion nasce dalla collaborazione tra SUPER (Scuola superiore d’arte applicata) e il collettivo all(zone) ed è promosso dal brand Adidas con il patrocinio del Comune di Milano. Grazie all’installazione migliaia di bottiglie di plastica avranno una seconda vita artistica creando un labirinto concentrico. E la struttura partirà dal nucleo per allargarsi via via diventando sempre più ampia.

Le dimensioni? Dipenderanno dal contributo dei cittadini. Perché a “firmare” il padiglione di Parco Sempione sarà proprio la collettività consegnando il materiale adatto alla realizzazione del labirinto. Una bella iniziativa per coinvolgere i milanesi in un impegno condiviso che guarda al futuro del pianeta.