GIARDINO DEI GIUSTI
AGENDA EVENTI MILANO

GIARDINO DEI GIUSTI: concerti, reading, dibattiti, laboratori per i bambini e visite guidate per presentare uno spazio per attività educative e culturali aperto alla città.

Domenica 6 ottobre, dalle 10.30 alle 20.30, sarà inaugurato il nuovo Giardino dei Giusti di tutto il mondo di Milano nel Parco del Monte Stella, dopo i lavori di riqualificazione.
Sarà una giornata ricca di attività: concerti, reading, dibattiti, laboratori per i bambini e visite guidate per presentare uno spazio per attività educative e culturali aperto alla città.
Tra gli ospiti, la Senatrice a vita Liliana Segre, sopravvissuta all’Olocausto e attiva testimone della Shoah italiana, che alle 10.30 porterà la sua testimonianza e parteciperà al taglio del nastro inaugurale insieme alle autorità cittadine, il presidente del Consiglio comunale Lamberto Bertolé,  Gabriele Nissim (Presidente Gariwo), Giorgio Mortara (Vicepresidente UCEI) e Marco Rasconi (Commissione centrale di beneficenza della Fondazione Cariplo).
Hanno confermato la loro presenza S.E.R. Mario Delpini, Arcivescovo di Milano, e l’ex Sindaco di Milano Giuliano Pisapia.
Con loro anche il Rabbino Capo di Milano Rav Alfonso Arbib e, in rappresentanza del COREIS, il Vice presidente Yusuf Abd al-Hakim Carrara e il Responsabile per il dialogo interreligioso Abd al-Ghafur Masotti.
Ara Khatchadourian, maratoneta noto per aver portato un messaggio di dialogo e tolleranza fra i popoli in Europa e in Medio Oriente, pianterà una bandiera della pace all’interno del Giardino.
Subito dopo la cerimonia, i giornalisti potranno partecipare alla visita guidata insieme ai rappresentanti delle istituzioni per ascoltare dalla voce degli attori le storie di chi ha salvato vite e difeso la dignità umana in tutti i tempi.
“Il Giardino dei Giusti di Milano, capofila degli oltre cento Giardini nati in Italia, in Europa e in Medio Oriente non è un memoriale, ma un luogo che lega il passato al presente e invita a riflettere sulla storia per affrontare le sfide del nostro tempo” ha detto Gabriele Nissim. “Il nostro intento è fare del Giardino dei Giusti un luogo di incontro tra le religioni e tra le diverse comunità etniche e sociali: una sorta di tempio civico al servizio della città”.

PROGRAMMA

ALLENAMENTO
La giornata avrà un prologo, alle 9.30, con un allenamento collettivo di 5 km lungo i sentieri del Monte Stella guidato dal runner Ara Khatchadourian.
L’appuntamento per i partecipanti è alle 9 presso il Centro sportivo XXV Aprile; da lì ci si dirigerà all’ingresso Nord del Giardino per il via. Ara concluderà la corsa alle 10.15 depositando la bandiera della pace.
VISITE GUIDATE ANIMATE
Attraverso un percorso esperienziale di circa 50 minuti, i partecipanti potranno conoscere alcune delle figure onorate nel Giardino e interagire con attori che ne racconteranno le storie.
Le visite guidate avranno luogo dalle 11 alle 13.30 e dalle 15 alle 17.30, con inizio del percorso ogni 30 minuti. L’attività è gratuita e disponibile per un massimo di 20 partecipanti per turno. È necessaria la prenotazione a 
ATTIVITÀ PER BAMBINI E RAGAZZI
La storia dell’albero e del semino Giusto
11.00-12.30 – Anfiteatro Ulianova Radice
Un laboratorio ludico a cura di Veronica Franzosi e Chiara Ieva, rivolto a bambini dai 6 ai 10 anni e alle loro famiglie. Gli alberi del Giardino sono i testimoni delle storie degli uomini e delle donne giuste del mondo; sono cresciuti su un terreno arido e inospitale che è stato reso fertile grazie al coraggio e alla gentilezza. Attraverso il gioco e il racconto, i bambini esploreranno i concetti di “giusto” e “ingiusto” e, insieme ai propri genitori, potranno piantare semini e “assemblare un grande albero”!
Il laboratorio è gratuito e dura un’ora e mezza. È rivolto a un massimo di 30 bambini ed è necessaria la presenza di almeno un accompagnatore adulto. Per partecipare è necessario prenotarsi scrivendo a
Orizzonti
11.00-12.00 – Infopoint dell’ingresso Sud
Laboratorio per ragazzi dagli 11 ai 13 anni, a cura di Oasi del Piccolo Lettore.
Partendo dall’opera di Paola Formica “Orizzonti”, una storia drammaticamente attuale di fuga, viaggio e speranza, i ragazzi potranno approfondire in modo poetico e originale uno dei temi più complessi dei nostri giorni: quello delle migrazioni. Attraverso il viaggio per mare del protagonista del racconto, i partecipanti avranno una percezione dell’odissea a cui sono costrette tante persone in fuga dai propri Paesi.
L’attività è gratuita e dura un’ora e mezza. È rivolta a un massimo di 15 ragazzi ed è necessaria la presenza di almeno un accompagnatore adulto per ciascuno. Per partecipare è necessario prenotarsi scrivendo a
Per tutta la durata della manifestazione, oltre alle attività organizzate, sarà possibile ritirare un piccolo kit per continuare a giocare all’interno del Giardino. Il materiale verrà distribuito all’infopoint (ingresso Sud)
READING
Lib(e)ri di leggere
15.00-16.00 Spazio del Dialogo
Lettori chiamati a raccolta tra gli studenti dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano faranno rivivere libri e opere teatrali sui Giusti.
Un reading collettivo realizzato in collaborazione con l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Conduce Pietro Kuciukian, Console onorario d’Armenia in Italia e co-fondatore di Gariwo.
INCONTRI E DIBATTITI
I Giusti e lo sport
11.00-12.00 – Spazio del Dialogo
Tra i Giusti spiccano alcune personalità dello sport che hanno messo a repentaglio la loro vita per salvare persone in difficoltà. Sportivi che, incarnando alla perfezione lo spirito olimpico, hanno cercato di impedire il crimine di genocidio o di difendere i diritti fondamentali dell’uomo. E che, soprattutto, possono essere un faro per gli atleti di oggi e di domani.
All’incontro parteciperanno Pietro Kuciukian, Console onorario d’Armenia in Italia e co-fondatore di Gariwo, e Ara Khatchadourian, runner e “ambasciatore per la pace”. Conduce il giornalista Simone Zoppellaro.
Migrazione e cambiamenti climatici
16.00-17.00 – Spazio del Dialogo
Ogni anno, circa 25 milioni di persone devono abbandonare la propria casa per cause legate a disastri ambientali. E, secondo la Banca Mondiale, nel 2050 saranno addirittura 250 milioni le persone che migreranno a causa dei cambiamenti climatici. Un’emergenza planetaria che rischia di avere conseguenze negative per la salute pubblica, i mezzi di sussistenza, la sicurezza alimentare e la disponibilità d’acqua di una fetta importante della popolazione mondiale. Quali sono le azioni necessarie per invertire la rotta?
Ne parleremo con il giornalista ambientale e geografo Emanuele Bompan, co-autore dell’Atlante geopolitico dell’acqua (Hoepli, 2019). Conduce il giornalista Simone Zoppellaro.
CONCERTI
Concerto per i Giusti
15.00-16.00 – Anfiteatro Ulianova Radice
Concerto di musica classica con Ani Martirosyan, pianoforte.
Ani Martirosyan è nata a Yerevan, in Armenia nel 1967. Ha studiato pianoforte in Armenia, per poi perfezionarsi a Vienna e a Siena con Paul Badura-Skoda e Joachim Achucarro. Ha vinto numerosi concorsi pianistici in tutto il mondo.
Un pianoforte per i Giusti
17.00-18.00 – Anfiteatro Ulianova Radice
Nella sua carriera quarantennale il Maestro Gaetano Liguori ha sempre legato la sua musica a istanze sociali di lotta e solidarietà. Per questa occasione proporrà estratti dell’album Un pianoforte per i Giusti, dove sono racchiusi brani come Il Tempo dei Giusti, composto in onore di quanti hanno rischiato e rischiano la propria vita per soccorrere altri esseri umani, e una ballata dedicata ai Ragazzi di Suruc, il villaggio turco al confine con la Siria dove alcuni giovani sono stati uccisi solo perché volevano ricostruire la biblioteca di Kobane.
Musica al tramonto
18.30-20.30 – Anfiteatro Ulianova Radice
Musica classica contemporanea con il Trio Pierre Louuys e il Coro In…Canto diretto da Antonella Gianese. Il Trio Pierre Louys è formato da Igor Riva (violino), Andrea Cavuoto (violoncello) e Lorena Portalupi (pianoforte). Dal 2000 si esibisce nei principali festival italiani e in alcuni grandi appuntamenti internazionali come il Festival de le Naciones di Havana e il Gretry di Liege. Il loro repertorio spazia dal ‘700 al periodo contemporaneo, con una particolare attenzione al secondo ‘800 e al primo ‘900 francese. In chiusura della giornata d’inaugurazione, il Trio si esibirà con il Coro In…Canto, il gruppo vocale femminile nato intorno al lavoro da Antonella Gianese presso la Civica Scuola di Musica Antonia Pozzi di Corsico. Tra le collaborazioni, la “Salmodia della Speranza” con Moni Ovadia e la partecipazione alla Cerimonia di chiusura di Expo, dove hanno cantato in mondovisione e in presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.
Tutte le iniziative sono gratuite e libere; è richiesta la prenotazione solo dove espressamente indicato. Per l’occasione sarà predisposta un’area street food.
IL CONTRIBUTO DI FONDAZIONE CARIPLO
Il progetto è stato realizzato con Fondazione Cariplo impegnata nel sostegno e nella promozione di progetti di utilità sociale legati al settore dell’arte e cultura, dell’ambiente, dei servizi alla persona e della ricerca scientifica. Ogni anno vengono realizzati più di 1000 progetti per un valore di circa 150 milioni di euro a stagione. Fondazione Cariplo ha lanciato 4 programmi intersettoriali che portano in sé i valori fondamentali della filantropia di Cariplo: innovazione, attenzione alle categorie sociali fragili, opportunità per i giovani, welfare per tutti. Questi 4 programmi ad alto impatto sociale sono: Cariplo Factory, AttivAree, Lacittàintorno, Cariplo Social Innovation. Non un semplice mecenate, ma il motore di idee. Ulteriori informazioni sul sito www.fondazionecariplo.it
IL GIARDINO DEI GIUSTI
Il Giardino dei Giusti di tutto il mondo è presente nella grande area verde del Monte Stella di Milano da gennaio 2003. Nel Giardino vengono onorati gli uomini e le donne che hanno aiutato le vittime delle persecuzioni, difeso i diritti umani ovunque fossero calpestati, salvaguardato la dignità dell’Uomo contro ogni forma di annientamento della sua identità libera e consapevole, testimoniato a favore della verità contro i reiterati tentativi di negare i crimini perpetrati. Dall’attività di questo luogo è nata la Giornata dei Giusti del 6 Marzo, diventata solennità civile in Italia nel 2017. La gestione del Giardino è affidata all’Associazione per il Giardino dei Giusti di Milano, fondata dal Comune di Milano, dall’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane (UCEI) e da Gariwo. Domenica 6 ottobre si festeggia la riapertura dello spazio dopo la riqualificazione a cura di un progetto dell’architetto Stefano Valabrega con Giacomo Crepax.
Per informazioni:
Gariwo, la foresta dei Giusti
Viviana Vestrucci
Joshua Evangelista

Tel (+39) 02 36513374
Mobile (+39) 3345633455

Programma