MILANO
AGENDA EVENTI MILANO

MILANO: il Castello è il secondo monumento più visitato della città dopo il Duomo, ma nella classifica dei luoghi più fotografati conquista il primo posto con 130 scatti.

È il secondo monumento più visitato della città dopo il Duomo, ma nella classifica dei luoghi più fotografati conquista il primo posto con 130 scatti. Per l’edizione 2019 del concorso Wiki Loves Monuments, organizzato e promosso da Wikimedia Italia, è il Castello Sforzesco il sito più amato dai milanesi, seguito a distanza dalla Galleria Vittorio Emanuele II (che con uno scatto conquista però un posto tra le immagini finaliste) e dal Cimitero Monumentale. Sono questi i beni culturali più immortalati tra i 144 monumenti autorizzati dal Comune di Milano che i partecipanti al concorso potevano fotografare quest’anno.

In totale sono state 826 le immagini raccolte per l’edizione 2019 di Wiki Loves Monuments che ritraggono beni culturali di Milano e provincia: https://bit.ly/2r7v3RG.

Le foto più belle, scelte tra le oltre 25mila raccolte, saranno svelate e premiate sabato 23 novembre a Torino, a Palazzo Cisterna, durante l’evento conclusivo del concorso che comprenderà anche un convegno sul tema della libertà di panorama.

“L’anno scorso una bellissima immagine di Fabbrica del Vapore è risultata tra i premiati del concorso nazionale e speriamo che anche quest’anno uno dei nostri monumenti possa avere un riconoscimento. Questa iniziativa ha valore su molti livelli, innanzitutto perché diffonde l’immagine della bellezza e della ricchezza culturale di Milano sul web; poi perché testimonia un grande attivismo tra i cittadini milanesi che, a livello professionale o come amatori, scelgono di documentare e di mettere a disposizione di tutti il loro punto di vista sulla nostra città. Ringrazio tutti questi cittadini attivi e gli organizzatori di Wikimedia Italia per averci coinvolto anche quest’anno nel concorso”.

La partecipazione al concorso è stata approvata dalla Giunta in vista della sua doppia finalità: da un lato dare risalto mediatico, attraverso l’enciclopedia libera Wikipedia, a monumenti noti ma anche meno noti della città con un alto rilievo per la sua storia e per la sua identità, come le targhe commemorative di personaggi storici, di politici e di fatti storici di rilevanza locale e nazionale; dall’altro invogliare i milanesi a partecipare numerosi pubblicando i loro scatti concorrendo alla premiazione dei più belli.

Come accaduto per le precedenti edizioni del concorso (2017 e 2018) anche quest’anno il Comune, in forza delle licenze aperte, potrà utilizzare gratuitamente le immagini per le proprie attività istituzionali di comunicazione e di promozione attraverso il proprio sito, portali collegati e canali social.

La lista dei luoghi autorizzati per la ripresa fotografica comprendeva monumenti più in vista e manufatti nascosti, spaziando dal centro alle periferie, alla ricerca di una Milano bella, spesso ammirata in silenzio e meritevole di essere svelata.