AGENDA EVENTI MILANO

Dalle dimensioni dell’albero a come mettere luci e palline: ecco le istruzioni passo passo per addobbare un albero di Natale da film

Addobbare l’albero di Natale sembra un gioco da ragazzi, ma non lo è. Perché è solo seguendo delle regole ben precise che si ottiene un albero come quelli che si vedono nei film, ricchi, pieni di decorazioni e, in una parola, invidiabili. Dalla scelta dell’albero al posizionamento di luci e addobbi, vi spieghiamo passo passo come addobbare un albero di Natale perfetto.

Come si riconosce un albero bello

La seconda variante da tenere in considerazione riguarda il numero di rami: più rami (e rametti su ogni ramo) ci sono, più bello sarà il vostro albero. Il materiale, poi, non è da sottovalutare: spendere un po’ di più vi assicurerà un abete perfetto per molti Natali a venire e non rischierete di trovarlo spelacchiato l’anno successivo quando lo tirerete fuori dalla cantina. I migliori sono quelli con gli aghi corti e sagomati e molti rametti corti sulla punta. Clicca qui per acquistare il tuo albero a soli  €12,99 http://tidd.ly/de166ec2

Come si apre l’albero di Natale

E qui c’è il primo errore più comune: l’apertura dei rami è un momento fondamentale. Quelli più vicini al tronco si aprono fino a essere perpendicolari al tronco, quelli esterni invece vanno sagomati uno a uno, dando ai rametti finali una leggera curvatura verso il basso, per ottenere un effetto simile a quello che hanno gli abeti in natura. Se l’albero è bello e i rami vengono aperti bene, gli basterebbero le luci per un risultato di tutto rispetto.

Come si scelgono le luci

Le luci sono fondamentali per un albero di Natale e da sole fanno gran parte del lavoro, quindi vale la pena pensare bene alla luce che si preferisce – o a quale si abbina meglio ai nostri addobbi o all’arredo di casa. La prima distinzione, che vale anche se si scelgono le luci bianche, è tra illuminazione fredda o calda. Non ce n’è una migliore, conta solo il vostro gusto personale. L’unica cosa importante è far caso al colore del filo, perché se avete un albero chiaro non dovrete scegliere il filo scuro e viceversa. Con quello trasparente non si sbaglia. 

Quante luci servono

Per un buon risultato servono tante, tantissime, luci. In generale la regola è che ci vogliano 300 luci per ogni metro di altezza dell’albero. Per il retro non ne servono molte, ma è sempre meglio metterne qualcuna per illuminare il muro dietro.

Come mettere le luci sull’albero

Innanzitutto provatele prima di montarle, in modo da non vanificare ore di lavoro per poi scoprire che un filo non si accende. Poi fissate i connettori al tronco: si inizia sempre dal lato della presa elettrica e il punto di partenza è sul tronco dell’albero, non a lato o in un punto qualsiasi sotto la base. Non arrotolate le luci intorno all’albero: partendo dal tronco fate scorrere il filo di luci lungo il ramo fino alla punta, fategli fare un giro intorno alla cima di un rascello per fissarlo e tornate al tronco (o quasi) prima di spostarvi al rametto successivo. In questo modo le luci daranno profondità all’albero e l’effetto sarà pieno e bellissimo. E soprattutto non ci sarà una ragnatela di fili elettrici tra le palline

Come si mettono gli addobbi

Dopo aver riempito di luci il vostro albero, passate agli addobbi, seguendo una sola regola: non metteteli mai in fila, né verticale, né orizzontale. La disposizione dovrà essere omogenea ma apparentemente casuale. Al contrario di quanto si potrebbe pensare, non è necessario mettere gli addobbi pù grandi in basso e quelli più piccoli in alto. Le palline più grandi possono tranquillamente essere messe su tutta l’altezza dell’albero, l’importante è che ci siano anche quelle piccole distribuite nel mezzo per armonizzare il risultato. Sfruttate la profondità Grandi o piccoli che siano i vostri addobbi, non limitatevi ad appenderli sulla punta del ramo, sfruttate tutta la profondità dell’albero. L’obiettivo è che ad albero finito non si veda più il muro dietro di lui.

Di che colore addobbare l’albero

È solo ed esclusivamente gusto personale, anche se di anno in anno ci sono tendenze che prendono piede più di altre. In ogni caso, non lasciatevi intimorire e osate con abbinamenti di colore nuovi, oltre ai grandi classici. La regola dice che per un risultato ottimale si debbano mischiare tra i quattro e i sette colori.

Cosa può finire sull’albero di Natale

Sull’albero può andare di tutto. Non limitatevi necessariamente a quello che viene venduto come addobbo, potete adagiare sul vostro albero peluches, fotografie, biscotti o oggetti di ogni genere: tutto può diventare un addobbo – e più rispecchierà quello che vi piace più verrà personale e bello.  La regola finale: non lesinate, quando si parla di Natale more is more e ogni tocco in più che darete all’albero lo renderà più ricco.

Quindi, date sfogo a tutta la vostra creatività e liberate il folletto natalizio che è in voi: è il suo momento!


Se devi ancora acquistare l’albero di Natale, ecco qui una super offerta ne sono stati già acquistati più di 5000 ! Visita il sito : http://tidd.ly/de166ec2