mercato del pesce
AGENDA EVENTI MILANO

MILANO: il progetto, che prevede la creazione di una trentina di botteghe, si inserisce nella riqualificazione della zona adiacente alla stazione centrale

Una trentina di botteghe con formaggi, uno spazio pescheria, due macellerie e un migliaio di posti a sedere. Non è il Chelsea Market di New York ma il Mercato Centrale di Milano che prenderà vita vicino alla Stazione Centrale nell’ambito della riqualificazione dell’area sviluppata dal Comune insieme a Grandi Stazioni Retail e Ferrovie dello Stato.

Come sarà il Mercato Centrale di Milano

La formula è quella sempre più diffusa nelle capitali europee del mercato-bistrò, dove acquistare cibo ‘di qualità’, ma dove poter anche fermarsi a mangiare. Il Mercato si svilupperà su oltre 4500 metri quadrati di spazio e due piani, sul lato esterno della stazione, dove apriranno le ‘botteghe artigianali del gusto’, le aree ristoro e uno studio radiofonico. Saranno 7 i milioni di euro investiti per realizzare il progetto, che coinvolgerà circa 350 addetti.

Il format del Mercato Centrale nasce nel 2014 a Firenze (al mercato di San Lorenzo), per poi espandersi a Roma (all’interno della Cappa Mazzoniana della Stazione Termini) nel 2016 e a Torino (nel quartiere di Porta Palazzo) nel 2019. L’inaugurazione a Milano è prevista ad aprile. I dettagli sono stati rivelati in un incontro organizzato all’interno del cantiere moderato da Bruno Vespa e presenziato dall’assessore ad Urbanistica e Verde, Pierfrancesco Maran, l’architetto Stefano Boeri, l’ad di Grandi Stazioni Retail Alberto Baldan e l’architetto del progetto Mercato Centrale Milano Alberto Tosello e, per un saluto, dal sindaco Beppe Sala.