governo italiano stanziamenti coronavirus
AGENDA EVENTI MILANO

CONTE: “STANZIATI 25 MILIARDI. NESSUNO PERDERÀ IL LAVORO PER IL CORONAVIRUS”

Nuovo Consiglio dei Ministri sull’emergenza coronavirus: stanziati 25 miliardi per gestire l’immediato e alleggerire la situazione economica del Paese. “Nessuno perderà il lavoro”. Il premier Conte aggiunge: dalla Ue grande apertura sulla  liquidità. Intanto il governatore ​​Fontana chiede misure più rigide, e quello del Piemonte Cirio aggiunge: pronti a chiudete tutto. Oltre 10mila i contagi in Italia, dei quali 1.004 guariti, e 631 morti

Tecnicamente – ha spiegato il ministro dell’Economia Gualtieri – è un’autorizzazione del Parlamento a stanziare fino a 20 miliardi in termini di indebitamento, 25 mld in termini di stanziamento. Il livello di deficit dipende da quanto effettivamente sarà impiegato. La prima misura impiegherà la metà di queste risorse, l’utilizzo dell’altra metà dipenderà anche da eventuali risorse europee. E’ ancora presto dire il livello di deficit che verrà raggiunto”.

Ieri con il Consiglio europeo era anche in collegamento Lagarde: grandi riconoscimenti e aperture sul fatto che è necessaria maggiore liquidità e tutti gli strumenti per far fronte a questa emergenza”, ha detto Conte.

Il decreto sulle misure economiche per l’ emergenza coronavirus sarà varato “venerdì” e sarà da “12 miliardi”, ha fatto sapere Gualtieri.

Come riportato anche da Repubblica.it, ecco il riepilogo della strategia di Governo

governo italiano

 

Intanto come riportato ieri dalla Cina oltre a mascherine,tamponi,ventilatori polmonari e altro materiale utile,sta per arrivare un team di cinque medici esperti cinesi con un membro della Croce rossa di Pechino e uno specialista del Chinese Center for Disease Control and Prevention.

 

LE IPOTESI del PROVVEDIMENTO

MUTUI FAMIGLIE. Sul fronte famiglia è atteso tutto un ventaglio di misure. In primis, la moratoria di 18 mesi sui pagamenti delle rate del mutuo sulla prima casa per chi perde il lavoro o è impossibilitato a lavorare a causa del coronavirus. Attesi anche dei paletti legati alla soglia di reddito familiare. Possibile anche una semplificazione della legge Gasparrini per la sospensione del mutuo ai cassaintegrati.

TATE E CONGEDI. Tra gli interventi dovrebbero vedere luce anche una serie di aiuti per la cura dei figli di età inferiore ai 12 anni rimasti a casa per le scuole chiuse: il voucher baby sitter (ma può essere usato anche per le badanti) da 600 euro o, in alternativa, il congedo parentale straordinario di 15 giorni, con indennità ad almeno il 30% o da stabilire in base al reddito, del quale possono usufruire quindi anche i papà.

IMPRESE. Per le imprese il governo ha annunciato una moratoria sui mutui per le aziende colpite dagli effetti economici del Codiv-19 sotto l’ombrello di una garanza pubblica. Tra le misure attese anche tutta una serie diretti e indiretti per le imprese del settore dei trasporti, logistica, cultura e traffico aereo. Dovrebbe essere introdotto il credito d’imposta per le aziende che hanno perso almeno il 25% del fatturato. In arrivo anche un potenziamento del Fondo centrale di garanzia per le pmi e un rafforzamento di Confidi, il fondo di sostegno per le aziende sul territorio.