stop ricette dal medico
AGENDA EVENTI MILANO

Un codice per ritirare farmaci, non serve ricetta dal medico

stop ricette dal medico

Basta andare dal medico di base per le ricette . Medicine con codice direttamente in farmacia. «Ho firmato un’ordinanza per la dematerializzazione delle ricette mediche, con l’attribuzione di un codice; i cittadini non dovranno più andare da un medico di base, ma avranno un codice in farmacia per ritirare i farmaci». Lo ha detto il commissario Angelo Borrelli in conferenza stampa alla Protezione civile.

«Dobbiamo fare di tutto per limitare gli spostamenti e ridurre la diffusione del coronavirus. Puntiamo con forza sulla ricetta medica via email o con messaggio sul telefono. Un passo avanti tecnologico che rende più efficiente tutto il Sistema sanitario nazionale». Così il ministro della Salute, Roberto Speranza, commenta la firma, in queste ore, da parte del Capo Dipartimento della Protezione Civile di un’ordinanza che consente ai cittadini di ottenere dal proprio medico il ‘Numero di ricetta elettronica‘ senza più la necessità di ritirare fisicamente, e portare in farmacia, il promemoria cartaceo. Si tratta di un’ulteriore misura – riporta una nota del ministero – che viene incontro alla necessità di limitare la circolazione dei cittadini e di arrestare i contagi del nuovo coronavirus. «Al momento della generazione della ricetta elettronica da parte del medico prescrittore – si legge nell’ordinanza – l’assistito può chiedere al medico il rilascio del promemoria dematerializzato ovvero l’acquisizione del Numero di Ricetta Elettronica».

I NUMERI 

Oggi 19 Marzo sono 33.190 i pazienti contagiati da Coronavirus in Italia, 4.480 in più rispetto a ieri. Lo ha detto il commissario all’emergenza, Angelo Borrelli, nella conferenza stampa quotidiana alla Protezione civile. I decessi salgono di 427 unità a quota 3.405, numero più alto di quello registrato in Cina finora, mentre i pazienti guariti sono 4.440 (415 in più rispetto a ieri). I ricoverati in terapia intensiva sono 2.498 (241 in più) mentre sono 59 i pazienti spostati dalla Lombardia con il sistema Cross (22 contagiati da coronavirus e 37 con patologie ordinarie).