AGENDA EVENTI MILANO

Dopo la telefonata di ieri tra Putin e Conte, la Russia si è immediatamente attivata per aiutare il nostro paese

Le forze aeree russe sono pronte a inviare in Italia squadre di virologi militari ed equipaggiamenti medici per la lotta al coronavirus, su istruzioni del presidente Vladimir Putin. A quanto scrive l’agenzia stampa russa Itar Tass, il leader del Cremlino ha telefonato ieri al presidente del Consiglio Giuseppe Conte per discutere degli aiuti. Si tratta di 9 velivoli da trasporto IL-76.

Shoigu ha già dato ordine per la creazione di un gruppo aereo per “l’urgente” invio di aiuti per l’Italia nella lotta al coronavirus a partire da oggi. “Appena l’Italia sarà pronta, gli aerei da trasporto dell’aviazione militare russa invieranno otto squadre mobili di virologi e medici militari, veicoli per la disinfezione con aerosol di mezzi di trasporto e territori, così come equipaggiamento medico”, riferisce il ministero russo della Difesa. L’Italia, si legge, ha confermato la disponibilità ad accettare gli aerei militari russi.

 

“Un gruppo di circa 100 persone è pronto a partire”, si legge nel comunicato, “il gruppo è composto dai principali esperti del ministero della Difesa russo nel campo della virologia e dell’epidemiologia e che hanno una significativa esperienza internazionale nella lotta alle epidemie”. Insieme ai medici militari, arriveranno nel nostro Paese anche “moderne attrezzature per la diagnosi e lo svolgimento di operazioni di santificazione”, si spiega nel comunicato.

Anche Cuba ha mandato medici e infermieri

Sono atterrati a Milano Malpensa,la delegazione composta da 37 medici e 15 infermieri cubani che lavorerà presso l’ospedale da campo approntato dall’Esercito italiano a Crema.