netflix
AGENDA EVENTI MILANO

NETFLIX: Secondo un recente studio, la pratica del password-sharing ha già fatto perdere alle società di streaming circa 9 miliardi di dollari

Con l’arrivo di AppleTV+ e, presto, di Disney+ anche in Italia, ormai una cosa è certa: la guerra delle piattaforme di streaming video si giocherà sulla qualità dei contenuti. Ma in questo inizio 2020 c’è un’altra cosa piuttosto certa, ossia che le piattaforme hanno bisogno di più risorse per consolidare la propria supremazia. Ed è sostanzialmente questo il motivo per il quale Netflix ha cambiato la sua idea sul fenomeno del password-sharing, ossia la condivisione dell’account, con la quale tenterà con misure “user-friendly” di ridurre il la pratica.

Presto non si potrà condividere l’account di Netflix
Perché, ammettiamolo: tutte le persone che utilizzano Netflix per guardare le proprie serie TV e film preferiti sanno che non è prevista alcuna limitazione al numero di dispositivi associabili ad ogni account e, indipendentemente dall’abbonamento che si sceglie, si possono inserire i propri dati d’accesso su un numero infinito di applicazioni. Per non parlare poi del fatto che con gli account Standard e Premium è possibile visualizzare i contenuti della piattaforma di streaming su un numero pari a 2 o a 4 dispositivi contemporaneamente, il che ha dato ancora di più una spinta alla diffusione alla condivisione degli account: in questo modo, gruppi organizzati di amici o familiari, si dividono le spese mensili di un abbonamento Premium e, utilizzando gli stessi dati di accesso, lo utilizzano in maniera del tutto indipendente.

Una pratica ormai conosciuta da tutto il mondo, anche dal CEO di Netflix che aveva un’idea piuttosto positiva della cosa e la definiva “marketing gratuito”. Sarà, ma a dare un freno alla positività della questione ci ha pensato Gregory Peters, capo dei prodotti della piattaforma, che non solo è intervenuto sulla questione più volte, ma ha anche accennato ad una serie di interventi user-friendly per frenare la pratica.

Quanti utenti Netflix condividono l’account?
In realtà, i dati relativi al numero preciso degli utenti di Netflix che hanno deciso di condividere un account Standard o Premium con amici e familiari non sono certi. Secondo l’azienda sarebbe il 10% degli utenti attivi che hanno deciso di puntare al password-sharing, mentre in un recente report a cura di di Hub Entertainment Research si parla addirittura del 31%. Una cifra ben più cospicua, che potrebbe portare perdite decisamente più sostanziose all’azienda.

Secondo uno studio realizzato da Parks Associates infatti, questo approccio fin troppo “amichevole” ha già fatto perdere alle società di streaming circa 9 miliardi di dollari: una cifra astronomica che, senza opportuni cambi di rotta, potrebbe arrivare a quota 12.5 miliardi di dollari entro il 2024