regione lombardia lavoro
immagine di repertorio

Regione Lombardia, Consiglio approva all’unanimità il Piano Marshall da 3 miliardi: di questi fondi, 82 milioni vanno a operatori sanitari impegnati nell’emergenza coronavirus

“È un provvedimento concreto che conferma la capacità di reagire, anche al coronavirus, della Lombardia”. Così il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, commenta l’approvazione del cosiddetto ‘Piano Marshall‘ da parte del Consiglio regionale. Investimenti complessivi per 3 miliardi di euro, di cui 400 milioni già destinati a interventi per tutti i Comuni e le Province lombarde.

“Si tratta di un investimento senza precedenti – prosegue Fontana – che, in ogni fascia di intervento, supera di gran lunga i fondi del Governo per le città”.

Il piano votato prevede uno stanziamento di 51 milioni e 350 mila euro per le province, 348 milioni e 650mila euro per i comuni, 2 miliardi e 470 milioni di euro per interventi per la ripresa economica e 130 milioni di euro per investimenti strategici. Altri 10 milioni di euro vengono poi stanziati per la produzione di dispositivi medici e dispositivi di protezione individuale . Per il presidente del Consiglio Regionale, il leghista Alessandro Fermi, “sono soldi che la Regione mette a disposizione per lo sviluppo con priorità alla realizzazione delle opere immediatamente cantierabili e con l’obiettivo di far lavorare e far ripartire le aziende lombarde dopo l’emergenza legata al covid19″.

Piano con 82 milioni per personale sanitario

Il piano prevede anche 82 milioni per incentivi al personale delle aziende e degli enti del Servizio Sanitario Regionale impiegato durante l’emergenza Coronavirus e 10 milioni per la produzione di dispositivi medici e di dispositivi di protezione individuale.

Legge approvata con un solo astenuto

La legge è stata approvata con 74 voti favorevoli, zero contrari e un astenuto