stadio san siro nuovo progetto
AGENDA EVENTI MILANO

San Siro Stadio non viene abbattuto, non del tutto. Ne rimane almeno un quarto, ma “rifunzionalizzato”. Inter, Milan e comune di Milano hanno trovato l’accordo per salvare una parte del vecchio stadio.

In questo modo, arriverà successivamente il via libera al progetto per il nuovo impianto da 65 mila posti da realizzate nell’area dove un tempo sorgeva il palasport crollato sotto il peso della grande nevicata del 1985 e il nuovo quartiere con centro commerciale, albergo e spazi ricreativi.

I nuovi progetti sono stati sviluppati rispettivamente dagli studi di architettura Populous e Manica/Sportium, gli unici due rimasti in lizza per la scelta definitiva.

Dunque, i nuovi progetti ruotano proprio intorno al mantenimento di parte dell’attuale San Siro, che si trasformerà in un distretto per il tempo libero con attività commerciali, sportive e culturali.

“Milan e Inter hanno presentato al Comune di Milano un documento propedeutico al progetto di fattibilità relativo alla creazione nell’area di San Siro di un nuovo Stadio con i più elevati standard internazionali e di un Distretto moderno e innovativo per lo Sport e il Tempo Libero – si legge in una nota congiunta dei due club milanesi – Le due proposte presentate, frutto di un costante e proficuo dialogo con l’amministrazione, sono state realizzate in conformità alle 16 condizioni indicate, nel novembre 2019, dal Consiglio e dalla Giunta Comunale.

I nuovi progetti, sviluppati dagli studi di architettura Populous e Manica/Sportium, prevedono un nuovo Stadio, moderno e con i più elevati standard, e il mantenimento di elementi dell’attuale impianto Giuseppe Meazza nel contesto di un nuovo distretto dedicato al retail, allo sport e all’intrattenimento fruibile 365 giorni all’anno, con aree verdi per 106.000 mq (ovvero il doppio rispetto agli attuali 56.000 mq).

san siro stadio nuovo progettoSarà un ‘hub’ dedicato ad attività sportive, ricreative e culturali, localizzate sia ‘outdoor’ che ‘indoor’, ‘running track’, percorso ciclabile, palestra, ‘skateboard park’, campo da calcetto, il museo dello sport: la maggior parte dei servizi sportivi sarà disponibile gratuitamente al servizio dei milanesi e dei cittadini dei quartieri limitrofi. Un distretto innovativo per le nuove generazioni, all’avanguardia per il basso impatto ambientale e l’elevata sostenibilita’; un centro di aggregazione sicuro per il quartiere e la città.

Milan e Inter ritengono fondamentale, soprattutto in questo momento, poter avviare un progetto da oltre un miliardo di euro a Milano, un’opera di eccellenza internazionale che genererà migliaia di posti di lavoro e rappresenta una straordinaria opportunità di rilancio per la cittò e per il sistema calcio italiano”.