armani donazione ospedali
PARIS, FRANCE - JULY 2: Designer Giorgio Armani at the Giorgio Armani Prive show during Paris Haute Couture Fall/Winter 2019/2020 on July 2, 2019 in Paris, France. (Photo by Estrop/Getty Images)
AGENDA EVENTI MILANO

Armani porta l’Alta moda da Parigi a Milano

Giorgio Armani, ancora davanti a tutti, annuncia senza esitazioni il suo progetto post crisi. Lo stilista che è stato il primo a sfilare a porte chiuse non senza sollevare perplessità, ora nel comunicare il nuovo calendario del prêt-à-porter di settembre, informa che a gennaio porterà da Parigi a Milano il suo defilé di alta moda Armani Privé.

“E’ tempo di decisioni coraggiose. E a me piace far seguire i fatti alle parole. Perciò, dopo anni di sfilate a Parigi ho deciso di portare la mia alta moda a Milano”. Lo ha dichiarato Giorgio Armani in un’intervista a La Stampa. “Il prossimo gennaio – ha spiegato – inviterò clienti e stampa nella sede storica della Giorgio Armani, a Palazzo Orsini, in via Borgonuovo. E da giugno metterò a disposizione su appuntamento i servizi della sartoria”.

Si tratta, ha proseguito, di “una scelta coerente e pratica, nata dal desiderio di valorizzare il patrimonio del marchio, così come quello della città e del nostro Paese che sono strettamente legati. In questo, Milano potrà riavere un ruolo di prestigio internazionale. Spero che il mio esempio venga seguito anche da altri colleghi italiani che sfilano a Parigi. Sarebbe un’ottima occasione per fare squadra – ha concluso Armani – Cosa in cui noi, finora, non siamo stati bravi a fare come i francesi”.

A settembre il pret à porter uomo e donna

«Giorgio Armani ed Emporio Armani uomo e donna saranno presentate a settembre 2020 a Milano, secondo modalità in via di definizione — fa sapere la maison in una nota —. La sfilata Armani Privé verrà posticipata a gennaio 2021 e si terrà nella storica sede di Palazzo Orsini in via Borgonuovo a Milano. La collezione, che non avrà stagionalità, prevederà capi adatti all’inverno così come capi più leggeri per l’estate».

Inoltre lo stilista fa sapere che a partire da giugno 2020 metterà a disposizione delle clienti i servizi della sua sartoria: «un ampio repertorio di modelli, attuali e delle precedenti collezioni, riproposti e rivisti in base ai tessuti scelti e alle modifiche richieste». Gli abiti saranno presentati su appuntamento, come già avviene abitualmente in atelier.