conte decreto rilancio contributi a fondo perdutoconte nuovo decreto rilancio governo
AGENDA EVENTI MILANO

La riunione a Palazzo Chigi tra i vertici del Governo è stata convocata alle ore 17 di oggi, mercoledì 13 maggio 2020. A seguire, a termine dell’incontro si terrà la nuova conferenza stampa del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

Dopo tre giorni di tensioni e rinvii i nodi politici sono stati sciolti e il governo può finalmente annunciare un provvedimento monstre di aiuti per famiglie e imprese. Superati anche quasi tutti i problemi tecnici di copertura, sebbene il pacchetto lavoro non sia ancora completamente definito. Per trovare la quadra sui conti, però, sono saltati i premi da mille euro previsti per i medici e gli infermieri impegnati in corsia durante l’emergenza covid.

SCARICA LA BOZZA PDF DECRETO RILANCIO

La nuova bozza del “decreto Rilancio” (aggiornata alle ore 13 di oggi) include anche il complicato compromesso raggiunto in maggioranza sulla regolarizzazione dei lavoratori stranieri.

All’articolo 110 bis si parla infatti di “Emersione dei rapporti di lavoro” prevedendo che nei settori dell’agricoltura, assistenza alla persona e lavoro domestico gli stranieri con permesso di soggiorno scaduto possano chiederne uno temporaneo della durata di sei mesi. Contemporaneamente può essere dichiarato un rapporto di lavoro irregolare (anche con italiani) oppure può essere concluso un contratto di lavoro subordinato. La presentazione dell’istanza di regolarizzazione comporta il pagamento di un contributo di 400 euro.

Stop alla rata Irap
Le imprese e i lavoratori autonomi con un volume di ricavi non superiore a 250 milioni non sono tenute al versamento del saldo dell’Irap dovuta per il 2019 nè della prima rata, pari al 40 per cento, dell’acconto per il 2020. Rispetto alle vecchie bozze non c’è più il requisito del calo dei ricavi del 33 per cento per usufruire dello sconto.

Regolarizzazione di migranti, colf e badanti
I cittadini stranieri, con permesso di soggiorno scaduto al 31 ottobre 2019 potranno richiedere un permesso di soggiorno temporaneo, valido solo nel territorio nazionale, della durata di 6 mesi per svolgere lavori in agricoltura o come colf e badanti. Nella sanatoria rientrano anche i lavoratori italiani impiegati illegalmente. Non potranno presentare istanza di regolarizzazione i datori di lavoro che siano stati condannati negli ultimi cinque anni, anche con sentenza non definitiva, per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina o per reati diretti al reclutamento di persone da destinare alla prostituzione o allo sfruttamento di minori.
Cambia ancora il bonus vacanze
Altra norma protagonista del duello interno all’esecutivo giallorosso. Il tax credit è destinato alle famiglie con Isee non superiore a 40 mila euro (e non più a 50 mila) e potrà essere utilizzato dal 1 luglio al 31 dicembre 2020 per il pagamento dei servizi delle imprese turistico ricettive e dei bed and breakfast. Il credito massimo è di 500 euro per ogni nucleo, scende a 300 per due componenti e a 150 per i single, e sarà fruibile nella misura dell’80 per cento come sconto sul pagamento dovuto e per il 20 per cento in forma di detrazione in dichiarazione dei redditi.
Stop Imu per alberghi, stabilimenti e campeggi
Esenzione dalla prima rata dell’Imu in scadenza il 16 giugno per alberghi, stabilimenti balneari, termali, agriturismi, villaggi turistici, ostelli della gioventù e campeggi, a condizione che i proprietari siano anche gestori delle attività.
Ecobonus al 110 per cento
Super sconto sui lavori di efficientamento energetico, messa in sicurezza anti sismica, fotovoltaico e colonnine di ricarica di veicoli elettrici. La detrazione al 110 per cento verrà rimborsata in 5 rate annuali per le spese sostenute dal 1 luglio 2020 al 31 dicembre 2021. Sarà possibile cedere l’agevolazione alle banche o ai costruttori.

Per l’ecobonus la condizione richiesta è il miglioramento di due classi energetiche dell’edificio oppure il raggiungimento della classe più alta. La percentuale non sale invece per gli interventi sulle facciate dei palazzi, che restano quindi agevolati al (comunque conveniente) 90 per cento.
Risorse a fondo perduto per le imprese
Per le attività fino a 5 milioni di ricavi che hanno avuto un danno di almeno un terzo dei ricavi a causa dell’emergenza covid arrivano i ristori che verranno calcolati su tre percentuali, da applicare sulla differenza tra il fatturato di aprile di quest’anno e quello del 2019. Si tratta del 20% per i soggetti con incassi non superiori a 400 mila euro; il 15 per chi fattura sopra i 400 mila e il 10 per cento oltre un milione di euro.
Le risorse non saranno inferiori a mille euro per le persone fisiche e a duemila euro per gli altri soggetti e verranno accreditate direttamente dall’Agenzia delle entrate.
Sgravi del 30 per cento per investimenti nel capitale
Chi investe nel capitale sociale di una o più imprese con fatturato tra 5 e 50 milioni di euro, aventi sede in Italia, o in stabili organizzazioni con sede nell’Ue, beneficerà di una detrazione del 30 per cento. La somma massima detraibile è di un milione di euro.
Il soccorso della Cdp
Nasce “Patrimonio destinato”: il piano della Cassa depositi e prestiti  per sostenere la patrimonializzazione e il rilancio del sistema economico produttivo italiano, rivolto alle aziende che fatturano più di 50 milioni di euro.
Nuovo piano di dismissioni immobiliare
Per razionalizzare le procedure di dismissione del proprio patrimonio la Difesa potrà alienare anche “in blocco” unità immobiliari libere e presenti in singoli comprensori rendendo più appetibile sul mercato commerciale un’offerta che sarà aperta direttamente a imprenditori e cooperative del settore.
Banche
Nell’ultima bozza resta il sostegno pubblico fino a 100 milioni di euro per gli acquirenti di piccoli istituti di credito posti in liquidazione coatta con asset da 5 miliardi di euro.

Serie A, la Lega propone il 13 giugno per la ripresa del campionato

C’è una data per la ripresa della Serie A. L’assemblea di Lega ha proposto il 13 giugno come giorno per la ripartenza del campionato, con l’obiettivo di chiudere la stagione entro il 2 agosto e poi pensare alle coppe europee. Il calendario prevederebbe di giocare ogni tre giorni, con pause solo per la disputa delle semifinali di ritorno e della finale di Coppa Italia, che potrebbero disputarsi rispettivamente l’1 e il 22 luglio. Il tutto è stato delineato mentre la Figc accettava formalmente il protocollo sanitario con le modifiche apportate dal Comitato Tecnico Scientifico e il ministro Spadafora dava il via libero definitivo agli allenamenti di squadra a partire dal 18 maggio.

Conferenza Conte oggi 13 maggio 2020: diretta tv e streaming

Grande attesa per l’incontro in programma stasera al quale, con buona probabilità, parteciperà anche il Ministro dell’Economia Roberto Gualtieri. Non appena arriverà l’ufficialità della conferenza stampa di Conte di oggi, 13 maggio, la redazione riporterà il link per seguire in live streaming l’incontro.

Per chi desidera seguire la conferenza stampa in televisione sarà possibile collegarsi su Rai 1 (qualora l’incontro si terrà durante il Tg1) o, in alternativa, sui canali come SkyTg24, RaiNews24 e TgCom24.