BONUS BICI 500 EURO MILANO
AGENDA EVENTI MILANO

Non tutti potranno ricevere il bonus mobilità per acquistare bici e monopattini con uno sconto fino a 500 euro. Ecco chi è escluso dall’agevolazione.

Non tutti potranno richiedere il bonus fino a 500 euro per l’acquisto di bici, monopattini (elettrici e non) e servizi di scooter e bike sharing.

L’incentivo, chiamato bonus mobilità, è stato confermato nel Decreto Rilancio approvato dal Consiglio dei Ministri il 13 maggio. Pensato in seguito all’emergenza coronavirus, per favorire gli spostamenti personali senza intasare i mezzi pubblici, oltre che per incentivare la mobilità eco-friendly, il bonus bici non spetterà a tutti: ecco chi è escluso dalla fetta di beneficiari.

Bonus 500 euro bici e monopattini: chi è escluso

Il bonus mobilità ha lo scopo di sostenere la mobilità ecologica e di non creare assembramenti sui trasporti pubblici, mossa chiave per evitare una nuova ondata di contagi.

Il buono è valido per l’acquisto di biciclette, monopattini e veicoli per la mobilità personale a propulsione prevalentemente elettrica (per esempio segway, hoverboard e monowheel), e può essere utilizzato anche per i servizi di bike e scooter sharing.

Questo sarà retroattivo (cioè valido anche per gli acquisti effettuati dal 4 maggio 2020) e coprirà il 60% della spesa sostenuta, fino a un massimo di 500 euro di sconto.
Stando all’art. 205 del decreto, dal titolo “Misure per incentivare la mobilità sostenibile”, non si può richiedere il buono mobilità:

  • se si è minorenni
  • se non si ha la residenza in capoluoghi di Regione, nelle Città metropolitane, nei capoluoghi di Provincia o nei Comuni con meno o fino a 50.000 abitanti
  • per l’utilizzo di car sharing (anche se elettrico)
  • più di una volta

Da chiarire ancora da quando sarà possibile richiedere il bonus, come fare la domanda e quali saranno le modalità per ottenerlo (se come sconto direttamente all’acquisto o come rimborso da richiedere conservando lo scontrino).