Il FAI – Fondo Ambiente Italiano visite

Il FAI riparte in sicurezza

Il FAI, dopo due mesi di isolamento, riapre i suoi Beni su tutto il territorio nazionale e inaugura una nuova fase, per guardare con fiducia al futuro del Paese ed esaudire il desiderio degli Italiani di ricongiungersi con la bellezza dell’Italia e ritrovare e riscoprire il proprio patrimonio di arte, natura e bellezza. Da venerdì 22 maggio 2020 la maggior parte dei Beni storici, artistici e paesaggistici della Fondazione saranno nuovamente aperti al pubblico, che potrà usufruire di visite libere o guidate esclusivamente su prenotazione, al fine di garantire la massima sicurezza per tutti.

In tutti i luoghi storici, artistici e paesaggistici d’Italia, informa una nota, la visita sarà contingentata per numero di visitatori e, ove possibile, organizzata a “senso unico” per evitare eventuali incroci .

Anche in Lombardia ha riaperto numerosi luoghi per conoscerli clicca QUI

Riapriamo le porte (in sicurezza) fai riapre

Regole generali che raccomanda il FAI

In questi mesi tante cose sono cambiate, per tutti e anche per noi. Ci siamo organizzati e siamo felici di tornare a offrirvi un’esperienza di visita ricca e serena, in totale sicurezza. Abbiamo bisogno, però, della vostra collaborazione.
Vi chiediamo di rispettare poche semplici regole. Siamo certi che sarete pazienti, comprensivi e benevoli.

  • L’accesso è vietato a chi abbia una temperatura corporea superiore a 37.5°. Lo staff FAI è dotato di misuratori di temperatura.
  • L’accesso è consentito solo a chi indossi una mascherina protettiva. Se ne siete sprovvisti, chiedetela allo staff FAI.
  • Utilizzate il gel igienizzante messo a vostra disposizione lungo il percorso.
    Evitate in ogni caso di toccarvi il viso (naso, bocca e occhi) con le mani.
  • Mantenete la distanza di sicurezza di almeno 1,5 metri dalle altre persone.

Il giorno precedente la visita, i partecipanti riceveranno una mail con le indicazioni sulle modalità di accesso e un link da cui scaricare i materiali di supporto, che non saranno più distribuiti in formato cartaceo. In alternativa, i materiali saranno accessibili su supporti digitali grazie a un QR Code scaricabile direttamente in biglietteria.

Per controllare tutti i luoghi visitabili con tutte le informazioni, visita il sito fondoambiente.it