cimitero monumentale visite guidate
AGENDA EVENTI MILANO

cimitero Monumentale riprendono le visite

Il 2 giugno 2020 il cimitero Monumentale riapre a tutti coloro che vogliono scoprirne i tesori artistici, storici e culturali, visitatori singoli o gruppi organizzati in visita guidata, secondo le disposizioni dell’ordinanza sindacale del 4 maggio 2020.

Per l’ingresso dei gruppi sono state approvate, con determinazione dirigenziale n. 3298 del 14/5/2020 del direttore d’area servizi funebri e cimiteriali, nuove modalità d’accesso, adeguate a garantire un ordinato svolgimento delle attività culturali in un contesto di sicurezza. Conoscere e gestire gli accessi consente di coordinare e fare regia fra le numerose istanze, talvolta contrapposte, dei cittadini, tutelare la sicurezza dei visitatori, progettare calendari di eventi quanto più possibile condivisi e senza sovrapposizioni, contrastare la presenza di guide abusive attraverso controlli della Polizia Locale.
A tal fine guide abilitate, accompagnatori turistici e referenti di altri gruppi dovranno prenotare la visita organizzata scegliendo la data e l’orario e compilando il relativo form.
Ciascuno slot proposto dall’applicativo potrà accogliere fino a tre gruppi in visita e, nella fascia oraria selezionata – prima della partenza del gruppo – il richiedente dovrà presentarsi all’Infopoint per la verifica della registrazione.

Per garantire il rispetto delle norme e permettere le visite in totale sicurezza i gruppi potranno accedere solo tramite prenotazione compilando il modulo online

COSA SI TROVA NEL MONUMENTALE

Il Cimitero Monumentale, inaugurato nel 1866, nasce come cimitero aperto a tutti i milanesi “a tutte le forme e tutte le fortune”, ma è chiara fin dall’inizio la volontà municipale di farlo diventare “Monumento” della milanesità, luogo di memorie civiche e, come tale, dedicato non solo ai dolenti, ma ad un pubblico più ampio.
L’opera di Carlo Maciachini  incorpora diversi suggerimenti stilistici secondo il gusto eclettico dell’epoca, associando forme del gotico con il romanico lombardo e pisano e con inserti bizantineggianti.
Nelle sculture e nelle architetture del Monumentale si possono ripercorrere le vicende della città e gran parte della sua storia artistica, dal realismo ed eclettismo di fine Ottocento, al liberty e simbolismo di inizio Novecento, dagli anni Trenta all’epoca contemporanea, come in un vero straordinario “Museo a Cielo Aperto” dove sono rappresentati i maggiori artisti italiani.
Insieme alle cappelle delle grandi famiglie, della cultura e dell’imprenditoria milanese, vi sono molti personaggi illustri che hanno legato il loro nome alla storia politica e civile di Milano e dell’Italia tra cui:

  • Alessandro Manzoni
  • Luca Beltrami
  • Carlo Cattaneo
  • Carlo Forlanini
  • Salvatore Quasimodo
  • Bruno Munari
  • Leo Valiani
  • Filippo Turati
  • Anna Kuliscioff
  • Arturo Toscanini
  • Enzo Tortora
  • Wanda Osiris
  • Gino Bramieri
  • Giorgio Gaber
  • Don Luigi Giussani
  • Ambrogio Fogar
  • Alda Merini
  • Dario Fo e Franca Rame
  • Enzo Jannacci