Inge Morath
MEXICO. Durango. 1959. Actress Audrey HEPBURN during filming of "The Unforgiven," directed by John Huston.
AGENDA EVENTI MILANO

Dal 19 giugno al 1° novembre 2020, il Museo Diocesano Carlo Maria Martini di Milano ospita una retrospettiva dedicata alla fotografa austriaca Inge Morath (Graz, 1923 – New York, 2002), la prima donna a essere accolta nell’agenzia Magnum Photos.

Inge Morath al Museo Diocesano di Milano

Attraverso 150 immagini e documenti originali, l’esposizione ripercorre il cammino umano e professionale di Inge Morath, dagli esordi al fianco di Ernst Haas ed Henri Cartier-Bresson fino alla collaborazione con prestigiose riviste quali Picture Post, LIFE, Paris Match, Saturday Evening Post e Vogue, attraverso i suoi principali reportage di viaggio.

La mostra dà inoltre ampio spazio al ritratto, un tema che l’ha accompagnata per tutta la sua carriera. Da un lato era attratta da personaggi celebri, quali Igor Stravinsky, Alberto Giacometti, Pablo Picasso, Jean Arp, Alexander Calder, Audrey Hepburn, dall’altro dalle persone semplici incontrate durante i suoi reportage.

Informazioni utili per la visita

Torna la formula “mostra+aperitivo” a 10 euro che consentirà al pubblico di ammirare le opere di Inge Morath e la rassegna Gauguin Matisse Chagall. La Passione nell’arte francese dai Musei Vaticani, in orario serale, dalle 18.00 alle 22.00 (ingresso da corso di Porta Ticinese 93), e di godersi una bevanda nel Chiostro Bistrot. Orari e biglietti

Museo Diocesano + mostre (ingresso da piazza Sant’Eustorgio):

  • martedì-domenica, 10.00-18.00 – chiusura ore 17.30;
  • intero: €8,00; ridotto: €6,00

Solo mostre (ingresso da corso di Porta Ticinese 95):

  • tutti i giorni, 18.00-22.00;
  • mostra+prima consumazione Chiostro Bistrot: €10,00

Dal 6 luglio al 14 settembre, la mostra sarà aperta solo in orario serale, dalle 18.00 alle 22.00