AGENDA EVENTI MILANO

Nel contesto della rassegna di eventi Estate Sforzesca, CETEC Dentro/Fuori San Vittore torna in scena con uno spettacolo aggiornato ai tempi del post coronavirus. Il Nuovo Teatrino delle Meraviglie, da Miguel Cervantes a William Shakespeare.

Cosa vedrete?

Un gruppo di Comici dell’Arte che arrivano in un luogo importante, Milano, una compagnia errante da dentro al fuori la città invisibile di San Vittore.
Artisti nomadi a cui non è rimasto che un baule ricolmo di costumi di scena… forse nemmeno gli attori ci saranno a indossarli, scomparsi come molti spettatori e il comitato d’onore.
Poche personalità ad accoglierli: il Sindaco Benito Cavolfiore e il Governatore Corbello, ma i Comici, insieme a improbabili musici, veri sopravvissuti grazie alla loro arte, non si perdono d’animo e reinventano fantasmi, voci e visioni di un teatro di ieri, di un fare teatro forse smarrito.

Le parole della regista

Così presenta lo spettacolo la drammaturga e regista Donatella Messina:

“Ho pensato molto durante la pandemia alla necessità di tornare in scena non solo con monologhi ma ancor più con un gruppo di teatro numeroso fatto di famiglia d’arte congiunta, stile “Fraternal Compagnia” della Commedia dell’Arte. Per questo abbiamo scelto di coinvolgere la nostra compagnia reclusa in un nuovo viaggio intorno alla metafora del Teatro Invisibile, che non c’è, ma proprio per questo si svela e appare ‘maraviglioso’ a chi vede con il cuore e non solo con la vista.

Così il Nuovo Teatrino delle Meraviglie, un William Shakespeare reinventato in scena da lui stesso e dalla Regina Elisabetta. Perché Cervantes descrive in un canovaccio allegorico, del suo tempo ma anche del nostro, in un gioco teatrale al di là delle maschere un conflitto fra arte e potere.

Una compagnia inclusiva per il Castello Sforzesco, fatta di attrici detenute con permesso speciale e attori, cittadini, consiglieri comunali, istituzioni, che ne sostengono reinserimento e talento attraverso la valorizzazione e il mestiere del teatro.

Teatro e carcere, binomio trentennale per il CETEC, Teatro d’Arte Sociale come Lavoro e non solo intrattenimento, un valore di cultura e bellezza che l’operina buffa di Cervantes restituisce in questo momento delicato per tutti gli artisti spesso “invisibili” non solo Dentro ma anche Fuori le mura.”

Informazioni

Giovedì 13 agosto dalle 21:00
Castello Sforzesco • Cortile delle Armi
Costo biglietto: 5,00€ + costo di prevendita.
Prenotazione consigliata su mailticket.it.
Ingresso consentito dalle ore 20:00 e disponibilità di acquisto biglietto in loco.