AGENDA EVENTI MILANO

Il 29° Festival Milano Musica, realizzato in collaborazione con il Teatro alla Scala, prende ispirazione da Luigi Nono e dal suo messaggio, ovvero la necessità di farci “Caminantes”, seguendo la sua esortazione all’apertura, all’ascolto, al rischio, alla ricerca di nuove vie. Un messaggio, oggi, tanto più urgente.

Il Festival

Dal 15 ottobre al 23 novembre, la programmazione presenta complessivamente tredici prime esecuzioni assolute e tre prime esecuzioni in Italia dei lavori di esploratori dei mondi sonori del nostro tempo.
Il festival affronta gli enigmi della creazione attraverso un dialogo aperto con i compositori ospiti del Festival, approfondito in occasione della tavola rotonda “Creazione artistica come bene pubblico e necessità sociale”, organizzata nel Ridotto del Palchi “Arturo Toscanini” del Teatro alla Scala, in collaborazione con la Fondazione Claudio Abbado.
Dal Teatro alla Scala al Pirelli HangarBicocca, da Palazzo Reale a Santeria Toscana 31, attraverso sedi classiche e teatri importanti, luoghi di interesse artistico e spazi non convenzionali, il Festival crea esperienze di ascolto forti, nei luoghi più adatti e nelle migliori situazioni acustiche.

Alle nuove composizioni si affiancano lavori di Luigi Nono: La lontananza nostalgica, utopica, futura. Madrigale a più “caminantes” per violino ed elettronica, interpretato da Francesco D’Orazio e Alvise Vidolin, è in programma per l’anteprima aperta alla città nella Chiesa di San Fedele.

Nell’inaugurazione in Pirelli HangarBicocca, si alternano sotto I Sette Palazzi Celesti un trio di percussioni – ZAUM_ percussion– per la prima assoluta dei brani con elettronica di Claudio Ambrosini e di Marco Momi, e un trio di pianoforti, per lavori recenti dello stesso Ambrosini e di Adriano Guarnieri.

La programmazione è scandita dagli appuntamenti al Teatro alla Scala. Mariangela Vacatello è interprete di un recital pianistico con i nuovi lavori di Georges Aperghis, Yan Maresz e Marco Stroppa. L’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, per la quarta volta ospite del Festival al Teatro alla Scala, è diretta da Tito Ceccherini per la prima esecuzione assoluta di Tre quadri, concerto per pianoforte e orchestra di Francesco Filidei, solista Maurizio Baglini.
Il pianista Ciro Longobardi affronta in un ciclo di tre concerti il monumentale Catalogue d’oiseaux di Olivier Messiaen mentre il flautista Matteo Cesari e l’Ensemble Suono Giallo sono protagonisti del concerto monografico dedicato a Salvatore Sciarrino a Palazzo Reale.

Le informazioni e il programma nel dettaglio possono essere trovati a questo sito.