Un nuovo anno è iniziato e per la Pinacoteca di Brera sarà l’anno del rilancio. Ecco tutte le iniziative in previsione per questo 2021.

Pinacoteca di Brera 2021

Quest’anno, che sarà l’anno di Napoleone a Milano e di Dante in tutta Italia, la Pinacoteca di Brera li celebrerà con diverse proposte legate a questi due grandissimi personaggi.

In Pinacoteca a marzo si terrà Le fantasie di Mafai, una mostra per celebrare la donazione dell’ingegner Aldo Bassetti che per tanti anni è stato il presidente degli Amici di Brera e che quando aveva appena 14 anni si trovò coinvolto nella strage dell’Hotel Meina sul Lago Maggiore nel 1943. Su quell’episodio Mario Mafai realizzò ventitré quadri di piccole dimensioni, ma di enorme importanza per la storia dell’arte del Novecento. Il ciclo, intitolato Le Fantasie, ha una lunga e complessa storia, che più volte intreccia il suo destino proprio con la città di Milano proprio per il soggetto di quelle tavolette di massacri e di orrori, di grida e di colpevoli silenzi, dipinte con colori allucinati e di forte matrice espressionista da Mario Mafai tra il 1939 e il 1944: un vero e proprio atto di denuncia della guerra e del nazifascismo.

A giugno ci sarà la mostra dossier Musica per Angeli. Bernardo Zenale e la Cantoria di Santa Maria in Brera: una donazione in memoria di Luisa Sormani Andreani Verri. A novembre un nuovo sorprendente dialogo Testa a testa con Picasso.

In parallelo alle attività della Pinacoteca prosegue il programma di Brera Musica con la tradizione del terzo giovedì del mese on line con i giovani musicisti. Ad aprile si terrà un concerto su La Russia nel XX secolo, musiche di Prokofiev, SIstakovic, Tavener, a luglio Napoleone e l’esilio 1, musiche di Beethoven, Chopin, Stravinski, a settembre Napoleone e l’esilio 2 musiche di Beethoven e Zemlinski e a dicembre La petite messe solennelle, musiche di Rossini.