0.5 C
Milano
sabato, Gennaio 16, 2021

“IL MONDO TRA LE MANI”: è la maxi opera progettata da Lorenzo Quinn che comparirà sul Lago d’Iseo

“IL MONDO TRA LE MANI”: è la maxi opera progettata da Lorenzo Quinn che comparirà sul Lago d’Iseo

Il lago d’Iseo si prepara ancora una volta a fare da cornice ad uno spettacolare progetto d’arte, dopo l’enorme successo di Christo con “The Floating Piers”, sta per arrivare l’opera firmata da Lorenzo Quinn (figlio dell’attore hollywoodiano Anthony Quinn) “Il mondo tra le mani”.

 

“Quinn ci ha contattato nel 2018 ed è già stato sul lago, mentre noi siamo andati a Londra nella sua galleria, la Halcyon – racconta Ida Bottanelli, vicesindaca di Sulzano –

è un artista discusso, ma riconosciuto a livello internazionale e ha all’attivo collaborazioni con realtà di assoluto prestigio come gli Uffizi di Firenze. Dopo The Floating Piers, serviva tempo per trovare un altro progetto all’altezza da portare nella zona e questo lo è”.

 

“Un progetto come quello proposto da Quinn richiede tempi di realizzazione piuttosto lunghi e anche di un’attenta gestione manageriale, motivo per cui non verrà certamente realizzata nel 2021 – continua Bottanelli – Il nostro obiettivo è quello di presentarla nel 2022, quando speriamo di esserci lasciati alle spalle il difficile periodo della pandemia. Nel frattempo si lavora per reperire i fondi necessari: in parte saranno stanziati dalla Halcyon Gallery e per la cifra restante l’idea è quella di ricorrere anche al crowdfunding. Ci piacerebbe che gli abitanti del territorio venissero coinvolti e sentissero loro l’installazione, com’è già accaduto con l’opera di Christo – prosegue la vicesindaca di Sulzano – Il crowdfunding andrebbe in questa direzione. L’opera di Quinn potrebbe rappresentare la rinascita del lago d’Iseo dal punto di vista artistico e turistico, la ripartenza dopo il Covid”.

X