“CULTURALMENTE” A CASA: aperte visite virtuali alle abbazie di Chiaravalle e Mirasole

Zona arancione o gialla, poco importa perché da oggi (giorno in cui si celebrano i santi Stefano, Alberico e Roberto fondatori dell’ordine dei Cistercensi) è possibile visitare le abbazie di Chiaravalle e Mirasole, alle porte di Milano, anche da casa propria!
Sono infatti disponibili i virtual tour a 360 gradi delle due strutture che risalgono al Medioevo.

 © ANSA

È sufficiente collegarsi al sito ( qui per l’Abbazia di Chiaravalle o qui per l’Abbazia di Mirasole) per cominciare la visita, che permette di esplorare le due abbazie grazie a fotografie a 360°, schede dettagliate, interviste, audio, video e opuscoli scaricabili, con 63 hotspot sulla chiesa del XIII secolo, il chiostro, la cappella, il cimitero monastico, il mulino, il refettorio dei monaci, la sala del capitolo, la bottega dei monaci di Chiaravalle e 44 hotspot su chiesa, chiostro, corte e bottega di Mirasole. Visite accessibili con un supporto vocale che legge tutti i contenuti presenti sia in italiano che in inglese, a cui a breve si aggiungeranno delle esplorazioni virtuali guidate, con una guida che dal vivo accompagna i visitatori.

 “Uno degli elementi della regola di San Benedetto, padre fondatore dell’ordine Cistercense – ha ricordato don Stefano Zanolini, Abate dell’abbazia di Chiaravalle -, è l’accoglienza, l’ospitalità. Per questo abbiamo voluto organizzare questo virtual tour per manifestare ancora la pratica della ospitalità”

Il progetto è stato realizzato grazie alla collaborazione tra Monastero Santa Maria di Chiaravalle, Koinè cooperativa sociale, Progetto Mirasole e VirtualTour-36. Sostengono il progetto Parco Agricolo Sud Milano, Consorzio Tutela Grana Padano, Depuratore di Nosedo MM spa.