La cultura è mancata a tutti e ora non sono più solo parole, ma i numeri che i musei hanno registrato in questi primi giorni di riapertura ne sono la prova. Ecco dunque com’è andata a poco meno di una settimana dalla ripartenza a Milano.

Musei i dati delle riaperture a Milano

La Pinacoteca di Brera, nel suo primo giorno di riapertura, sicuramente anche complice il biglietto gratuito previa prenotazione obbligatoria, ha registrato il tutto esaurito. Per l’occasione della ripartenza la Pinacoteca non ha rinunciato a un bellissimo spettacolo grazie al nuovo sistema di luci del cortile che verrà replicato poi a San Valentino e mantenuto poi per le occasioni importanti.

Una settimana di apertura per l’Hangar Pirelli Bicocca che ha registrato circa duemila visitatori in soli tre giorni. Alle Galleria invece, la mostra sul Tiepolo, inaugurata negli scorsi mesi e poi subito chiusa a causa dell’emergenza, ha raggiunto i duemila e cinquecento ingressi in quattro giorni.

Grande felicità per i visitatori de Il Cenacolo, riaperto da un solo giorno, che hanno potuto acquistare i biglietti direttamente in biglietteria. E ancora oltre 200 visitatori in uno dei beni Fai più belli della città, Villa Necchi; tanti ingressi anche ai musei civici tra i quali anche Palazzo Reale con oltre 300 biglietti venduti. Infine il Mudec, anche se ha aperto solamente la nuova mostra al momento, ha avuto la sua piccola fetta di risultato.

A seguito dei risultati Filippo Del Corno ha sollecitato la riapertura della cultura anche nel fine settimana.